30.000 posti in mezzo al mare 

di Roberto Nardella

Sembra che 30.000 dipendenti più o meno associati alla regione Sicilia possano restare senza stipendio.

occhiale giornale

 LINK il sole/240re

Perché? Semplicissimo: NON ci sono i soldi.

In questa situazione, a breve, verseranno moltissimi altri dipendenti pubblici, regionali, provinciali e comunali, ovvero, tutta la forza lavoro concernente la Pubblica Amministrazione.

moroSe torno indietro con la memoria ricordo solo un altro caso analogo: era il 1969, lo Stato Italiano rischiò di NON poter pagare pensioni e stipendi. L’allora presidente del consiglio Aldo Moro decise di far stampare le famosissime “500 Lire” con su scritto REPVBBLICA ITALIANA. Probabilmente fu anche uno dei motivi per cui venne assassinato una decina di anni più tardi. Con quell’emissione fuori dal controllo bancario salvò la Nazione dalla bancarotta.

nixonAppunto, eravamo nel 1969, ovvero in piena epoca DOLLARO-GOLD-STANDARD, ergo la MONETA era agganciata direttamente o indirettamente al valore FISICO dell’oro. Non hai oro? NIENTE MONETA! Nel 1971 ci pensò Nixon a eliminare il problema. Gli USA, a causa della scellerata quanto inutile guerra in Vietnam rischiavano di prosciugare le riserve auree per finanziare il costosissimo conflitto. Il 15 agosto 1971, Nixon, in quel di Camp David, disse semplicemente: il DOLLARO, da oggi, NON potrò più essere convertito in ORO.

Quel giorno si diede inizio all’epoca della moneta CARTALISTA.

Da quel fatidico giorno e sino al febbraio del 1981 NON ci fu più alcun rischio di non poter pagare stipendi, pensioni e salari statali. In verità, questa condizione rimase tale sino al I° gennaio 2002, giorno in cui PERDEMMO il POTERE di BATTERE MONETA, anche se con dei “distinguo” abbastanza accentuati. Nel decennio ’71-’81 il Ministero del Tesoro e la Banca d’Italia giocavano nella stessa squadra. Queste due importantissime istituzioni decidevano l’emissione del debito e il TASSO d’INTERESSE con cui detto DEBITO VENIVA VENDUTO. La BdI garantiva l’acquisto del residuale INVENDUTO di qualsiasi asta di debito pubblico, ritornando indietro al Tesoro gli interessi stessi. Gli interessi che i risparmiatori percepivano era SEMPRE INFERIORE all’inflazione. Per SCELTA DELIBERATA del Min. del Tesoro e di Banca d’Italia. L’intendo era quello di indurre all’investimento produttivo, DISINCENTIVANDO la RENDITA FINANZIARIA.

Chi voleva speculare doveva rischiare.

Mamma-Stato faceva pagare al risparmiatore il servizio di conservatoria e tesoreria per CUSTODIRE e GARANTIRE al 101% i risparmi affidati allo Stato con uno o due punti di inflazione. Nel 1981 il rapporto debito/PIL era al 58%. L’Italia cresceva come mai più successe negli anni a venire.

Beniamino AndreattaciampiDal marzo del 1981 le cose cambiarono: Andreatta e Ciampi, con il benestare di Spadolini e l’avallo di Pertini, decisero che il Ministero del Tesoro e la Banca d’Italia dovessero GIOCARE in SQUADRE DIVERSE, con diversi obbiettivi.

La BdI non acquistò più il residuale invenduto di BOT, CCT, BTP ecc e le banche decisero a quale tasso d’interesse si dovessero vendere i titoli di debito statale.

Avete presente cosa significhi affidare vostro figlio ad un pedofilo? La STESSA COSA!

Il debito pubblico da quel giorno cominciò a salire forsennatamente e continuò a farlo sino ai nostri scellerati giorni: il rapporto debito/PIL arrivò ben presto a superare il 100% per arrivare al 135% di oggi. 58×133%=135%. Il debito pubblico, dal 1981 ad oggi, è aumentato del 133%. Da 890 miliardi di euro attualizzati siamo passati a 2080 dei nostri giorni. Gli interessi corrisposti complessivamente da quel giorno disgraziato sono stati non meno di 3000 miliardi attualizzati, ovvero 93 miliardi per anno, ovvero più del 5% di PIL l’anno regalato alla rendita finanziaria.

bceNonostante tutto siamo andati avanti, nonostante un giocatore su due giocasse per il NEMICO siamo arrivati al 2002. Poi arrivò l’euro con il suo dividendo fatto di debito facile e deflazione. Fu una buona idea quella di privarsi del potere di battere moneta, mandandolo a 2000 km da Roma e nelle mani di una OLIGARCHIA composta da non-eletti ed auto-referenziati figuri?

Ricordate l’esempio del pedofilo? NO! NON va più bene: questa volta il vostro bambino la avete affidato DIRETTAMENTE allo stupratore assassino.

Intanto, 30.000 posti in mezzo al mare.

Roberto Nardella

Roberto Nardella

30.000 posti in mezzo al mare
Tag:                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.