Archive for Antonella Policastrese

In nome di Allah, si consuma la strage

In nome di Allah, si consuma la strage

 

 

di Antonella Policastrese

1420907450052.jpg--

Una tranquilla serata di un Venerdì, 13 novembre. Ho appena finito di vedere la trasmissione di Crozza e rimango sintonizzata sulla sette, pochi minuti, il tempo di sentire Mentana che in un’edizione straordinaria, annuncia l’orrore scatenatosi a Parigi. Read more

I Grillini ce la faranno?

I Grillini ce la faranno?

di Antonella Policastrese

beppe-grillo-movimento-cinque-stelleRicordate i risultati delle Elezioni europee del maggio 2014 ?  Nella immediata vigilia del voto, cioè agli inizi di maggio, il Partito democratico era accreditato del 34 per cento dei suffragi, distaccando il suo inseguitore, il Movimento 5 stelle, di circa 10 punti percentuali. Gli istituti che realizzano sondaggi, nel mese di febbraio, davano invece il partito di Matteo Renzi sotto la soglia del 30 per cento e gli antagonisti pentastellati ancorati saldamente a quella previsione del 23 per cento. Read more

L’europa tomba dei popoli

L’europa tomba dei popoli

 

di Antonella Policastrese

diverse-mani-con-la-bandiera-di-unione-europea-39120117

Non si placa il vento della protesta che sta scuotendo l’Europa della finanza e delle banche. Risulta sempre più chiaramente che da quando siamo entrati nell’euro, i popoli hanno perso la loro sovranità e qualsiasi decisione presa per scrollarsi di dosso il giogo della dittatura, finisce con un nulla di fatto. Read more

Dramma in famiglia

Dramma in famiglia

di Antonella Policastrese

foto da facebook Antonio TagliataAncora un’altro omicidio. Ancona. Un diciottenne Antonio Tagliata spara ed uccide Roberta Pierini, madre della sua ragazza e ferisce gravemente il padre di lei, Fabio Giacconi, ricoverato in ospedale in coma irreversibile. Il ragazzo, voleva un chiarimento con i genitori della ragazza che osteggiavano la loro storia amorosa, risoltasi con lo svuotamento di pallottole che hanno messo la parola fine ad una tragedia in qualche modo annunciata. Cos’è che sta succedendo? Rapporti sempre più tesi tra adulti e ragazzi, mondi che viaggiano parallelamente, mancanza di dialogo, di regole, incapacità a  spiegarsi. Essere genitori in questo mondo di lupi diventa sempre più difficile. Da quando sono venuti meno gli ideali e l’unico valore è il denaro, qualcosa sta franando sotto i piedi, ed in questo continuo caos si fa fatica a trovare il bandolo della matassa. Read more

Bergoglio in mezzo ai lupi

Bergoglio  in mezzo ai lupi

di Antonella Policastrese

vaticano

Non avremmo mai creduto che il Papa dei poveri e degli ultimi, si sarebbe trovato sotto attacco da parte di cardinali e prelati avvezzi alla bella vita ed alla necessità di gestire denaro, come se fossero dei laici qualsiasi. Francesco ,d’altronde porta il nome di un santo, che aveva distribuito tutti i suoi averi ai poveri rinunciando alla vita agiata che il padre voleva  per lui.
E’ la prima volta nella storia della Chiesa che assistiamo ad un Papa che sceglie come nome per il suo apostolato quello di Francesco. ….Nessun credente  può parlare di povertà e vivere da faraone… dice Papa Bergoglio e Read more

Pasolini e la Calabria

di Antonella Policastrese

cinepresa03pasolini

 

Forse la tragica dinamica dei fatti di quella notte tra  il 1º e il 2° novembre 1975  non sarà mai più chiarita nei dettagli e non si conoscerà il vero movente di quello che fu un efferato omicidio.
imagespasoliniO forse il movente ufficiale non ha mai convinto e convincerà quanti Pier Paolo Pasolini lo hanno conosciuto, apprezzato e anche lealmente avversato. Quella notte all’idroscalo di Ostia
il poeta  fu ucciso presumibilmente per una violazione degli accordi sessuali prestabiliti con un coatto imbarcato sulla sua  “Alfa Romeo Gt 2000”   nei pressi della stazione Termini a Roma. E quindi va subito detto che, a livello popolare, di Pier Paolo Pasolini era più nota l’ inclinazione sessuale che l’enorme valore assoluto della sua personalità di scrittore, poeta, regista e polemista; doti che però la gente, per Read more

Calabria frana

di Antonella Policastrese

maltempo-3

Un disastro annunciato. C’era l’esatta contezza  che l’epilogo del mal tempo sarebbe stato esattamente questo. Il territorio di Calabria continuamente violentato da costruzioni nate come i funghi, è franato sotto i piedi, all’arrivo  di una pioggia abbondante. A farne le spese, questa volta  la linea ferroviaria  ionica, flagellata dall’acqua tanto da portarsi via quel che rimane dei binari e di strade tranciate dal bombardamento d’acqua che ha divelto anche  l’asfalto . Eppure è da sempre Read more

#Europa: scontro di culture

di Antonella Policastrese

MIGRANTI EURO_600x600Il capitalismo  non è un’ideologia, ma un sistema che ha bisogno di fagocitare le democrazie elaborando delle strategie. E che le strategie in atto stiano distruggendo la democrazia,  favorendo nell’Europa la nascita delle destre, lo dimostrano le elezioni svoltesi in Polonia, dove ha vinto il partito anti migranti ed anti UE.
L’Europa che doveva portare pace, stabilità, affermazione della Democrazia è arrivata al capolinea e non ha motivo di esistere;  alla luce di quanto sta succedendo ha fallito gli obiettivi prefissati. In tutto questo tempo abbiamo assistito ad una Germania forte all’interno dell’Europa che è cresciuta ed ha raggiunto Read more

#Mattia Preti: Quattro tele nella sala del castello

 di Antonella Policastrese

St_Sebastian_c1660_Mattia_Preti

Dal 22 ottobre, sino al 10 novembre, presso le sale del castello “Carlo V” di Crotone, saranno esposte al pubblico quattro tele di Mattia Preti che ritraggono il martirio di San Sebastiano. Questo su iniziativa   della Regione Calabria ; del Segretariato regionale del ministero dei Beni culturali e con il coordinamento scientifico del Polo museale della Calabria e della Soprintendenza belle arti e paesaggio calabrese. Una mostra monotematica dunque, cioè alcune tra le più significative opere che il “Cavalier calabrese” nato a Taverna in provincia di Catanzaro nel 1613 e morto nell’isola di Malta  nel 1699, ha dedicato al culto del santo martire. Read more

Nella società del “fare” la morte è una minaccia

di Antonella Policastrese

angelo-della-morte-3

Io lì fermo restai, finché mia madre sopraggiunse che bevve il nero sangue e mi conobbe, e tra il pianto disse a me parole alate: «Come scendesti, figlio mio, da vivo nell’ombra tenebrosa? Arduo è vedere questi luoghi, ai viventi

Tre volte mi slanciai, mi urgeva in cuore di abbracciarla, e tre volte dalle braccia mi volò via, simile ad ombra o a sogno.

Sono i versi dell’XI canto dell’odissea , che narrano la discesa di Ulisse nell’Ade.Versi di ineluttabile drammaticità in questo periodo attuali

che acquistano ancor più senso durante la ricorrenza del Due Novembre. Read more

Fondazione Moressa: Inutile stravolgere i dati

di Antonella Policastrese

moressaE’ stato presentato il  22 ottobre, il Rapporto 2015 sull’economia dell’immigrazione, redatto dalla fondazione “Leone Moressa” di Mestre che dal 2002 si occupa di studi e ricerche sui flussi migratori in Italia. Una sintesi di tale rapporto è stata diffusa dal quotidiano “La Repubblica” nei giorni scorsi.
L’esordio di quella sintesi è che 620 mila anziani italiani devono ringraziare 2,3 milioni di immigrati che col loro lavoro gli pagano la pensione. Sono dunque loro, i cittadini stranieri che hanno trovato lavoro in Italia, i nuovi “Enea” che portano Read more

Verità e Giustizia. Siamo tutti Di Matteo

 

Verità e Giustizia. Siamo tutti Di Matteo

di Antonella Policastrese

di matteo

Siamo tutti Di Matteo. E’ questo lo slogan che campeggia sulla locandina, per annunciare un’importante manifestazione che si terrà a Roma il 14 novembre prossimo. Organizzata dall’associazione “Agende Rosse” e “Scorta civica” di Palermo, si tenta con questa iniziativa, di squarciare il velo del silenzio, calato sul giudice Nino Di Matteo, condannato a morte dal tribunale della Mafia. Ad emettere la sentenza,    Totò Riina, che come risulta dalle intercettazioni, nell’ora d’aria  conversando con Alberto Lorusso della Sacra Corona Unita, dava disposizioni su come eliminare un personaggio scomodo, del calibro di Di Matteo. E’ da molti anni che il giudice è in prima linea nella lotta alla Mafia, organizzazione Read more

Ttip: la dittocrazia promuove le multinazionali

Ttip: la dittocrazia promuove le multinazionali

di Antonella Policastrese

 

stop-TTIP

19 ottobre. Una data che segnerà la perdita della sovranità nazionale. Si sta  per discutere ed approvare il Ttip, trattato di libero scambio tra Usa ed UE. Il trattato in questione di cui i cittadini ignorano il contenuto, prevede l’arrivo sulle nostre tavole di pollo lavato con la candeggina, di carni agli ormoni, per essere vendute nei supermarket senza nemmeno l’etichetta che avvisi di che prodotto si tratti e quale la provenienza. Read more

Europa: diarchia invece che democrazia

Europa: diarchia invece che democrazia

di Antonella Policastrese

 

hollande e merkel

Ma di cosa parlano Hollande e la Merkel? Qual è questa Europa così unita da farci veleggiare in mare aperto, ben equipaggiati per affrontare le tempeste? Innanzi tutto questa non è l’Europa dei popoli, ma si fonda solo sulla moneta e sull’euro i cui effetti sono così disastrosi da aver alimentato le disuguaglianze, grazie a politiche finanziarie capestro che relegano i diritti nello scantinato. Read more

Io sto con Erri

Io sto con Erri

di Antonella Policastrese

CPgRkhrWoAAty9DErri
Scrittori e liberi pensatori addio. “Non sono un martire, non sono vittima, non uno cui è caduta una tegola in testa passeggiando, sono solo testimone di una volontà di censura della parola”. Sono le parole di Erri De Luca, reo di aver espresso la sua opinione sulla Tav, condannato ad otto mesi per istigazione al sabotaggio. Invece di capire le ragioni di una comunità, su cosa stiano procurando quei pochi km di strada ferrata nella Val di Susa, invece di indagare  sul budget impiegato  per un’opera che non vale granché, si passa all’azione per  mettere il bavaglio al libero pensiero.

Come definire quello che sta succedendo Read more

Alì e il suo sogno di libertà.

Alì e il suo sogno di libertà

di Antonella Policastrese

teen alì

Alì Al-Nimr è un ragazzo di diciassette anni. Vive in Arabia Saudita e da  tre anni sta in galera.  Sulla sua testa grava l’esecuzione di una condanna a morte all’impiccagione, con l’esposizione del suo corpo fino a putrefazione avvenuta. Alì è uno sciita, reo di  aver palesato le sue idee, diverse da quelle della  monarchia del principe sunnita, che non ammette libertà di pensiero, nè diritto alla parola. Altro che leggi a tutela degli individui, altro che democrazia! In Arabia Saudita l’unica libertà che conta è quella di mercato o quella finanziaria, poiché  il modello esportato che ha fatto presa ovunque è quello degli affari, ma non certo la tutela della vita delle persone… ”Non sono d’accordo con quello che dici, ma sono pronto a dare la vita perchè tu possa dirlo”(Voltaire).

Read more

Ponte sullo stretto: da annoverarsi nel libro dei Guinness

Ponte-sullo-Stretto

Ponte sullo stretto: da annoverarsi nel libro dei Guinness

di Antonella Policastrese

E poi al governo arrivò il giorno per  fare il punto su una questione molto controversa: Il Ponte sullo Stretto. Sostenitori indefessi: Angelino Alfano e Dorina Bianchi. Come dire Calabria e Sicilia unite da una mega costruzione galattica, il cui progetto è degno di essere esportato su Marte. Non si capisce bene come mai una questione liquidata per sempre torni oggi a tenere banco, specie alla luce di una crisi senza precedenti , con comuni in dissesto, Regioni, come la Calabria, sull’orlo di una crisi di nervi, ed infrastrutture da terzo mondo. Sono anni che si parla dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, di una SS 106 divenuta come il Minotauro che Fagocita vite umane; e di cosa si parla oggi? Di Ponte sullo Stretto naturalmente. Read more

Carolina Girasole da condannata ad osannata

Carolina Girasole da condannata ad osannata

di Antonella Policastrese

girasole

Era il cinque Dicembre quando, con un articolo pubblicato su “Agora Vox, mi interrogavo sulla vicenda di Caterina Girasole, accusata di voto di scambio.

Nonostante i giornali titolassero a tutta pagina la notizia del suo arresto, nel concludere il mio pezzo io affermavo chein fondo la Girasole è una donna e nella mentalità mafiosa le donne non possono ricoprire incarichi di una certa rilevanza. Quest’altra triste pagina di storia merita una riflessione attenta dettagliata che va indagata più a fondo. In Calabria le donne non hanno molte chances. Se volessimo andare un po’ più in là, bisognerebbe accostare la figura di Lea Garofalo morta per mafia e ora quella della Girasole delegittimata forse da quella famiglia che gli aveva garantito sì un pacchetto di voti, ma che molto probabilmente per qualcosa che si è inceppata è stata sacrificata sull’altare di quella lotta contro la N’drangheta che lei stessa incessantemente ha sempre portato avanti.

Read more

Tsipras, Renzi e il pomo d’oro

Tsipras, Renzi e il pomo d’oro

Di Antonella Policastrese

Syriza leader Alexis Tsipras greets supporters following victory in the election in Athens on January 25, 2015.  Greek Prime Minister Antonis Samaras  said the nation "had spoken" in handing victory to the anti-austerity Syriza party, and said he hoped the new government would not endanger the country's EU and euro membership.  "I hand over a country that is part of the EU and the euro. For the good of this country, I hope the next government will maintain what has been achieved," Samaras said in a brief address to reporters.  AFP PHOTO / LOUISA GOULIAMAKI        (Photo credit should read LOUISA GOULIAMAKI/AFP/Getty Images)

Tsipras ha vinto le elezioni e nonostante la scarsa affluenza alle urne è stato riconfermato come leader per governare il Paese. Un mandato che durerà ben quattro anni ed il governo che formerà sarà ancora una volta con la destra di Anel. Un po’ quello che è successo in Italia con un leader che da nominato ha dato vita ad un governo per riformare la Costituzione. Tsipras e Renzi , due giovani rampanti che essendo partiti da posizioni di sinistra hanno rottamato quella sinistra che giuravano di incarnare.

Read more

Migranti Diluvio o una nuova Babele?

Migranti Diluvio o una nuova Babele?

di Antonella Policastrese

 

immigrati foto uno

Da qualche mese a questa parte, la conta ufficiale degli arrivi di migranti sulle coste italiane sembra essere stata accantonata e rimpiazzata da altre vicende correlate all’esodo biblico in corso. La soglia del dolore, cioè quella dei naufragi contesi alla vita e alle speranze dalle onde del Mediterraneo, alla quale ci stavamo abituando, non trova più il consueto e puntuale spazio nelle cronache quotidiane. Essa è stata sostituita dalle immagini strazianti del bambino morto sulla spiaggia turca, dal caos infernale alla stazione di Budapest, dalla battaglia tra gli Read more

Umanità dove sei?

Umanità dove sei?

Di Antonella Policastrese

matrimoni-gay-legge-unioni-civili-563x300gay

Tutto ciò che eravamo. Tutto ciò che abbiamo perso.  E’ una vera debacle. Diritti, annientati , indifferenza, tribalismo delle idee. In poche parole, il nostro saper suonare il mandolino e mangiare gli spaghetti apparterrà  ben presto al libro delle fiabe, poichè siamo destinati a scomparire. Mi riferisco all’invasione che stiamo subendo, come se fosse normale introitare l’Africa e mezza Asia in un territorio grande quanto un villaggio, se pensiamo alle proporzioni di superficie dei due continenti. Per non parlare di immagini che scorrono, in contrasto con i commenti di tanti giornalisti, dove si vede una marea umana infoiata, arrabbiata, con sulle spalle vecchi e disabili al seguito. Insomma popoli che hanno deciso di insediarsi dalle nostre parti per colonizzarci attraverso i loro usi e costumi, creando di conseguenza società parallele con etnie piccole, come in questo caso la nostra, tendente a scomparire.

Read more

Riforme, parola d’ordine: poltrona

Riforme, parola d’ordine: poltrona

di Antonella Policastrese

images renzi

Lui va come un treno, anche se si sposta prevalentemente in aereo. A breve però lo farà a bordo di un velivolo che non ha nulla da invidiare all’”Air force- One” del presidente degli Stati Uniti; che ha un costo di 200 milioni di dollari, da pagare con un leasing mensile di circa un milione di euro. Mezzi di locomozione a parte, è l’incedere di Matteo Renzi sulla scena della politica italiana a dare la sensazione di essere inarrestabile e, alla fine, nei termini stabiliti, riuscirà a incamerare anche la riforma costituzionale che prevede l’inelettività e il ridimensionamento del Senato. Checché ne dicano gli oppositori ed a prescindere dagli umori dei suoi stessi alleati che non vedono di buon Read more

Vespa: vespaio di illazioni per i Casamonica

Vespa: vespaio di illazioni per i Casamonica

di Antonella Policastrese

casamonica-2Una grassa e grossa risata per seppellirli tutti. Si stracciano le vesti i sepolcri imbiancati del PD, perché Vespa ha chiamato in trasmissione i Casamonica. In realtà proprio Orfini e quanti ancora mantengono Marino alla carica di sindaco commissariato, dovrebbero fare un bel mea culpa. In fondo questa gente additata dai perbenisti e dai buonisti, serviva ad apparati politici ed uomini che avevano bisogno dei loro voti e che in campagna elettorale sono sempre stati una garanzia, per chi è stato eletto. In Read more

Unione Europea : disuguaglianze come ai tempi degli zar

Unione Europea : disuguaglianze come ai tempi degli zar

di Antonella Policastrese

RenziNon c’è giorno che passi in cui, svegliandosi ci si accorge che c’è un deterioramento continuo nel tessuto sociale e che la crisi non è affatto superata. Qualcosa sta cambiando ed in peggio, in quanto la crisi ha determinato una disoccupazione di massa con lo sbriciolamento degli spazi collettivi. C’è in atto una grande strategia simile ad una guerra giocata con armi diverse rispetto al passato e che ha riportato sulla scena europea, la Germania. Una Germania che ha reso la finanza, le banche ed i trattati firmati di comune accordo con gli Stati, Read more

Dobbiamo essere educati…

Dobbiamo essere educati…

di Antonella Policastrese

violenza carnaleDobbiamo essere educati ad accettare il nuovo verbo ed a far questo ci pensa la tv. Intanto la corte di Strasburgo si preoccupa del diritto dei gay ma sorvola su sentenze che hanno assolto il branco che ha violentato una ragazza. Mi chiedo se Strasburgo capisca cosa sia la violenza sessuale e non bacchetti l’Italia che ha leggi permissive in merito alla violenza sulle donne. Inoltre mi piacerebbe capire se Strasburgo consideri il diritto al lavoro un optional e la disoccupazione un diritto di chi licenzia discriminatamente togliendo dignità agli esseri umani. Mi chiedo se non sia violenza quella attuata da una tv pubblica pagata con il canone dei cittadini, che in prima serata sui canali rai ci ha mostrato fiction e film sui gay mostrandoci baci appassionati tra due omosessuali. Qui qualcosa Read more

Il water di pitagora

Il water di pitagora

di Antonella Policastrese

 

Dalla Grecia all’Italia. La Germania all’opera

Dalla Grecia all’Italia. La Germania all’opera

di Antonella Policastrese

MerkelEd alla fine il mitico Ulisse si fece legare, per ascoltare il canto delle sirene. Il solo che udì quelle ammalianti voci, legato all’albero della nave, per non finire in pasto delle donne pesce, che chiunque seducevano per poi nutrirsi delle sue spoglie. Tsipras si è lanciato in quello specchio di mare non resistendo al quel richiamo e così facendo ha condannato il Paese ad essere invaso dai Proci. Inutile le trattative portate avanti da Varoufakis, inutile il referendum, se alla fine Il “Greco” doveva accettare condizioni umilianti che riporteranno la Read more

…pertanto che certa gente si astenesse nel riempirsi la bocca di valori e simboli…

…pertanto che certa gente si astenesse nel riempirsi la bocca di valori e simboli…

di Antonella Policastrese

Pietro GrassoA proposito di Borsellino A parlare si fa subito. Fare i poeti ed i santoni sulle spalle degli altri diventa in questi casi esercizio di puro stile. La morte di Falcone prima Borsellino dopo testimonia di quanti i due giudici credessero nelle istituzioni nello stato nella democrazia. Secondo me Grasso dovrebbe mettersi una mano sulla coscienza e chiedersi ma io sto realmente salvaguardando quelle istituzioni in cui credevano i due giudici? Io non credo davvero., altrimenti non sarebbero passate leggi inique con la fiducia e il senato sarebbe stata una roccaforte da salvaguardare. Gradirei pertanto che certa gente si astenesse nel riempirsi la bocca di valori e simboli che ognuno dovrebbe difendere ad oltranza impegnandosi per la democrazia e la costituzione.

Antonella Policastrese

Antonella Policastrese

Il bluff di Tsipras ha reso evidente la perdita della Sovranità Popolare e della Democrazia

Il bluff di Tsipras ha reso evidente la perdita della Sovranità Popolare e della Democrazia

di Jacopo Cioni

tsipras-junckerChe Tsipras abbia tradito il popolo greco è ormai evidente; tutti i sovranisti avevano sperato e forse si erano illusi che finalmente ci fosse un leader del popolo per il popolo. Un leader abbastanza “matto” da sfidare i poteri forti non solo rappresentati dalla troika, ma anche dalle oligarchie finanziarie che gestiscono le istituzioni europee e non. Aver indetto un referendum per decidere se accettare o respingere i diktat europei è stato nella sua eccezionalità una cosa normale. Questo dovrebbe essere sempre fatto, chiedere ai Cittadini nazionali ed/o europei il loro consenso ad Read more

Bergoglio e la chiesa dei poveri

Bergoglio e la chiesa dei poveri

di Antonella Policastrese

BergoglioCome siamo piccoli e arroccati dentro le nostre certezze, che stanno crollando una dopo l’altra. Avrà molta strada da fare Papa Francesco nel portare quella croce da mostrare al mondo, per annunciare il Vangelo alle genti. E’ bastato che Evo Morales presidente della Bolivia, regalasse un crocifisso al Papa con l’impugnatura a falce e martello, per scatenare i commenti e sarcasmi, di quanti non riescono davvero a capire cosa sta succedendo. D’altra parte in questa epoca di mancanza di scelte e di comportamenti avventati, camminare per le strade del mondo senza perdersi, diventa sempre più difficile. Eppure il Viaggio del Pontefice in America Latina, assume un’importanza senza precedenti. Il Papa porta la chiesa Read more