Mentre Europa e Stati Uniti pretendono ancora di dominare il commercio mondiale e le regole del gioco, sta di fatto che gli scambi tra i cinque paesi che appartengono al gruppo BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) sono aumentati del 70% dal 2009. Stando al Fondo Monetario Internazionale, i cinque paesi insieme registrano attualmente un PIL di 32.500 miliardi di dollari, in termini di parità del potere di acquisto solo lievemente inferiore a quello del G7 che è fermo a 34.000 miliardi di dollari. Ai BRICS va dunque attribuito il 30% del PIL mondiale (rispetto al 19% del 2012).

Bisogna tenere a mente che, contrariamente al mondo transatlantico, i dati dei BRICS sono strettamente legati all’economia reale e non al mero Read more