Ci hanno governato a nostra insaputa

di Jacopo Cioni

 

vignetta

Questa bellissima vignetta di Franco Stivali è la sintesi dello struzzo italiano. Il nostro popolo ha una parvenza di scusa per ieri, per oggi e per domani, per la sua responsabilità per quello che è accaduto, sta accadendo e accadrà.

Il popolo italiano può ragionevolmente sorprendesi un domani quando si accorgerà del risultato finale della nostra politica, di quella Europea e mondiale dicendo candidamente: “non lo sapevo”.

Certo i media e i mezzi di informazione hanno una colpa incommensurabile nel fatto che viviamo nell’ingnoranza ma non sufficiente a scusare chi nell’ignoranza ci vuole sguazzare perchè ridicolmente stupido oppure incredibilmente menefreghista da pensare che non riguarda lui.

Avere una classe generazionale in evoluzione che identifica la vita con “amici”, “grande fratello” e quando andiamo più sul pesante con “otto e mezzo” non ci rassicura affatto. D’altronde in cosa si è differenziata la generazione precedente? Non è stata forse avulsa dalle “scelte” del Paese? Si ok ingannata sempre dai media e dai politici che spostavano l’attenzione su scontri fittizi e problemi minori, però ciechi o accecati dal non aver voglia di vedere, di approfondire.

E’ troppo comodo dire io non lo sapevo, non possiamo sempre scaricare la colpa sugli altri e non rispondere delle nostre responsabilità. Se siamo schiavi o ci piace o dobbiamo fare qualcosa per cambiare la nostra condizione, non esiste una via di mezzo, non è accettabile essere schiavi a mezzo servizio.

Quindi non mi stancherò di dire INFORMATE, spargete la voce, rendete edotti chi non lo è, intervenite per togliere le fette di prosciutto anche se sarete tacciati di “gomplottismo”, anche se la famiglia vi guarderà come un eretico, anche se gli amici vi canzoneranno e dileggeranno. I ciechi sono loro e vanno curati, con pazienza e amorevolmente.

Jacopo Cioni

Jacopo

Ci hanno governato a nostra insaputa
Tag:                                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.