Dolore e Rabbia

di Viliana Cancellieri

pugno

   …E poi la rabbia soffoca finanche il dolore!
“Qualcuno” ci ha insegnato che, a volte, è necessario vivere le nostre emozioni misurandole e dosandole. Per esempio…la rabbia! Placarla, smussarla, nasconderla con un sorriso, mascherarla, domarla…Ma questa RABBIA, soffocata da anni, dove ci porterà? Esploderà diventando pericolosa e nessuno più potrà bloccarla!
Fatti drammatici e luttuosi sono diventati il condimento quotidiano di questa vita alla quale “ALTRI”, nei loro deliri di onnipotenza, hanno voluto destinarci.
Benevento, la mia piccola città, conta, in questi ultimi anni, un numero troppo alto di suicidi. Ma Benevento è solo una tra le tante, le mille città e province della nostra Italia: tutte raccontano la stessa, assurda, allucinante “storia”!
Oggi l’ultima tra le tante e inaspettate notizie mi ha portata, ancora una volta, a fare tali valutazioni e considerazioni:
“Ancora una tragedia a Benevento. Un commerciante dell’età di 54 anni ha deciso di farla finita. L’uomo,  appartenente ad una famiglia molto conosciuta a Benevento per l’impegno quotidiano nel commercio, si è impiccato questa mattina”.
Il sorriso, il fare scherzoso, la gentilezza, la vitàlità e la disponibilità di “Carlo” sono ben noti a noi beneventani al punto da poter dire “era amico di tutti”.

TROPPI DRAMMI SI STANNO CONSUMANDO

IN QUESTA SOCIETA’ INGIUSTA

Le cause? Dobbiamo ancora cercarle e conoscerle!? C’è un minimo comun denominatore in tutti questi suicidi: disagio economico, debito verso lo Stato ladro, fallimento per crediti, consapevolezza di quanto nulli siano il valore del lavoro, dei sacrifici e del risparmio.
Sì, questa è una strage che lo Stato continua ad operare sui cittadini!
Continuare, dunque,  a smussare e a mascherare la rabbia?! E’ sempre, la rabbia, negativa?!
Secondo Paul Mc Lean, colui che ha elaborato la teoria dei tre cervelli, la rabbia è “una modalità che permette all’uomo la conservazione della specie e, come tale, non è una reazione negativa ma una reazione conservativa a una reale minaccia.”

   Quella che noi chiamiamo “rabbia” nasce dall’aggressività, dove aggressività sta per “adgredior” ovvero il modo affrontare la vita.

E’ ora di dire basta! Liberiamo la nostra giusta RABBIA!

Viliana Cancellieri
Viliana Cancellieri

Dolore e Rabbia
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.