due “paginette di merda”

Di Carlo Pompei

Ecco a voi le due “paginette di merda”, così ci definì Beppe Grillo, supportato da Milena Gabanelli. La pasionaria spietata con il contributo editoria, ma accondiscendente sul canone Rai, ci inserì tra le testate finte, ovverosia quelle che non pubblicano alcunché. 
Queste sono alcune delle prime pagine del 2011, ultimo anno di edizione del quotidiano a causa dell’esaurimento dei fondi percepiti. 
Nessuna testata può sopravvivere senza contributo editoria e pubblicità, salvo avendo finanziatori più o meno occulti o facendo pagare un prezzo di copertina elevato.

LINK

Carlo Pompei

Carlo Pompei

due “paginette di merda”
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.