Gruppo Bilderberg

people & groups: bad list

bilderberg

 

Il Gruppo Bilderberg nasce nel 1952 viene poi ufficializzato nel 1954.

La prima riunione ufficiale si tiene all’hotel Bilderberg di Oosterbeek, in Olanda, da qui il nome del gruppo.

Da quel momento le riunioni si sono svolte regolarmente una o due volte all’anno.

Tra i promotori sua maestà il principe Bernardo de Lippe, olandese, ex ufficiale delle SS, che ha organizzato e guidato il gruppo per oltre un ventennio, fino a quando nel 1976 è stato travolto dallo scandalo Lockheed. Altro promotore è Joseph Retinger, un faccendiere polacco con notevoli intersecazioni internazionali nella politica e nell’economia.

Lo scopo era, fra le altre cose, quella di costruire un’Europa Unita in stretta simbiosi con gli Stati Uniti in maniera da dar vita ad un Nuovo Ordine Mondiale (NWO).

Il NWO avrebbe lo scopo di permettere un controllo mondiale a potenti organizzazioni sopranazionali gestite da pochi e “illuminati” uomini. Questo NWO avrebbe garantito più stabilità rispetto ai singoli governi nazionali i quali dovrebbero progressivamente cedere il controllo nazionale e progressivamente altre “strutture” sovranazionali ottenere questo controllo fino al dominio sul mondo. “Strutture” non scelte dai popoli ma che hanno forza finanziaria e politica comprata per attuare il progetto e poi amministrarlo.

Alle riunioni si partecipa solo su invito e gli invitati sono sempre banchieri, politici, universitari, funzionari internazionali, giornalisti, imprenditori, magnati, insomma, solo persone in grado di poter fornire il giusto aiuto al raggiungimento del NWO, persone che con le loro decisioni possono influenzare il mondo.

All’atto pratico in queste riunioni si distribuiscono i compiti agli intervenuti, compiti decisi da pochissimi elitari uomini che giocano con le sorti del mondo. Tutto questo avviene a porte chiuse. Mai niente di quanto viene detto nel corso delle riunioni è mai stata riferita o pubblicata su un giornale. I giornalisti invitati mai hanno svolto il loro lavoro riferendo ai Cittadini cosa è stato detto e deciso. La maggioranza dei giornali e media dei vari paesi non riporta notizie in merito a questo evento che dovrebbe avere ben altro risalto mediatico.

I luoghi d’incontro sono stati tenuti segreti per lungo tempo, oggi chi vuole informarsi sa dove avvengono le riunioni e con forte difficoltà anche chi partecipa, ma questa conoscenza si ferma qua, nessuno è in grado di infiltrarsi in quanto gli alberghi 5 stelle scelti vengono blindati, il personale sostituito, e spesso lo stesso stato ospitante garantisce la sicurezza e l’inviolabilità della riunione.

Molti giornalisti e blogger liberi sostengono che il gruppo Bilderberg avrebbe, diciamo “promosso”, “ispirato”, arriviamo a dire “suggerito”, alcune azioni che hanno cambiato gli scenari storici, politici ed economici della terra. Fatti come: azioni terroristiche, guerre, rivoluzioni, colpi di stato più o meno violenti, modifiche Costituzionali e giuridiche di Stati, ecc.

I partecipanti alle riunioni sono in realtà dei potenti passacarte, la riunione non sarebbe altro che la sede dove vengono delegati i compiti a potenti burattini in grado di realizzare questi compiti.

Qua a tergo l’elenco più o meno completo di tutti gli italiani che hanno partecipato alle riunioni.

1954 Oosterbeek, Olanda 

  • Alcide De Gasperi
  • Raffaele Cafiero (senatore)
  • Giovanni Malagodi (parlamentare)
  • Alberto Pirelli (Amm. delegato Pirelli)
  • Pietro Quaroni (Ambasciatore italiano in Francia)
  • Paolo Rossi (parlamentare)
  • Vittorio Valletta (Presidente Fiat)

1955 Barbizon, Francia e Garmisch-Partenkirchen, Germania Oves– irreperibile

1956 Fredensborg, Danimarca – irreperibile

1957 St Simons Island, Georgia, USA

  • Amintore Fanfani (Ministro Esteri)
  • Longo Imbriani (BNL)
  • Giovanni Malagodi (Presidente Senato)

1958 – Palace Hotel, Buxton, Inghilterra

  • Giovanni Agnelli
  • Guido Carli (Direttore Banca d’Italia)
  • Giovanni Malagodi (presidente del Senato)
  • Alberto Pirelli (Presidente Gruppo Pirelli)
  • Pietro Quaroni (Presidente RAI)

1963 – Cannes, Francia 

  • Alighiero De Micheli (Presidente Confindustria)
  • Aurelio Peccei (Direttore Generale Italconsult)
  • Mario Pedini (parlamentare)
  • Alberto Pirelli (Presidente Gruppo Pirelli)
  • Pietro Quaroni (Ambasciatore in Gran Bretagna)
  • Vittorino Chiusano (nobile, nipote del vescovo Paolo Maurizio Caissotti di Chiusano, membro consiglio amministrazione Juventus)

 1964 – Williamsburg, Virginia, USA

  • Giovanni Agnelli
  • Ugo La Malfa (parlamentare)
  • Ettore Lolli (Manager BNL)
  • Franco Malfatti (Sottosegretario Ministro dell’Industria e del Commercio)
  • Aurelio Peccei (Direttore Generale Italconsult)
  • Giovanni Scaglia (parlamentare Democrazioa Cristiana)
  • Paolo Vittorelli (senatore)
  • Vittorino Chiusano (nobile, vedi 1963)

1965 – Villa D’Este, Lago di Como

  • Giovanni Agnelli (FIAT)
  • Manlio Brosio (Segretario Generale NATO)
  • Guido Carli (Direttore Banca d’Italia)
  • Eugenio Cefis (parlamentare)
  • Ugo La Malfa (parlamentare)
  • Giovanni Malagodi (parlamentare)
  • Mario Pedini (parlamentare e membro P2)
  • Giuseppe Petrilli (Presidente IRI)
  • Leopoldo Pirelli (Gruppo Pirelli)
  • Mariano Rumor (parlamentare)
  • Paolo Vittorelli (senatore)
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)
  • Vittorino Chiusano (nobile, vedi 1963)

1966 – Wiessbaden, Germania

  • Giovanni Agnelli
  • Piero Bassetti (politico e imprenditore azienda Bassetti)
  • Manlio Brosio (Segretario Generale NATO)
  • Franco Malfatti (parlamentare e giornalista)
  • Mario Pedini (parlamentare e membro P2)
  • Vittorino Chiusano (nobile, vedi 1963)

 1967 – Cambridge, Inghilterra

  • Giovanni Agnelli
  • Manlio Brosio (NATO)
  • Principe Guido Colonna di Paliano (commissario europeo, diplomatico NATO)
  • Mario Aggradi Ferrari (parlamentare, ministro, membro Democrazia Cristiana)
  • Aurelio Peccei (manager FIAT e OLIVETTI, membro fondatore del Club di Roma)
  • Leopoldo Pirelli (Gruppo Pirelli)
  • Paolo Vittorelli (senatore)
  • Vittorino Chiusano (nobile, vedi 1963)

1968 – Mont Tremblant, Canada

  • Giovanni Agnelli
  • Roberto Olivetti (Gruppo Olivetti)
  • Aurelio Peccei (manager FIAT, Olivetti, Club di Roma)
  • Leopoldo Pirelli (Gruppo Pirelli)
  • Alberto Ronchey (ministro, scrittore e giornalista Corriere della Sera)
  • Altiero Spinelli (Club del Coccodrillo, commissario europeo, scrittore e politico)
  • Ugo Stille (giornalista Corriere della Sera)

1969 – Marienlyst, Danimarca

  • Giovanni Agnelli
  • Antonio Cariglia (senatore)
  • Fabio Luca Cavazza (editore, scrittore, giornalista)
  • Piero Ottone (giornalista Corriere della Sera)
  • Lorenzo Vallarino Gancia (imprenditore Gruppo Asti-Gancia)
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)

1970 – Bad Ragaz, Svizzera

  • Giovanni Agnelli
  • Renato Altissimo (parlamentare)
  • Gilberto Bernardini (fisco e docente fisica nucleare Università di Bologna)
  • Arrigo Levi (giornalista Corriere Della Sera, RAI)
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)

1971 – Woodstock, Vermont, USA

  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)
  • Emanuele Gazzo (giornalista, fondatore Agenzia Europa)
  • Giuseppe Glisenti (Direttore Rai, cofondatore Democrazia Cristiana)
  • Gian Giacomo Migone (docente universitario, NATO, ONU)
  • Piero Ottone (giornalista Corriere della Sera)
  • Gianfranco Piazzesi (giornalista Corriere della Sera)

1972 – Knokke, Belgio

  • Giovanni Agnelli
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)
  • Umberto Colombo (scienziato italiano)
  • Principe Guido Colonna di Paliano (commissario europeo, diplomatico, NATO)
  • Roberto Ducci (ambasciatore, consigliere NATO)
  • Arrigo Levi (giornalista Corriere della Sera, RAI)

1973 – Saltsjöbaden, Svezia

  • Giovanni Agnelli
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)
  • Roberto Ducci (ambasciatore, consigliere NATO)
  • Raffaele Girotti (manager Montedison, ENI, senatore Democrazia Cristiana)
  • Siro Lombardini (economista)
  • Cesare Merlini (Presidente Istituto Affari Internazionali)
  • Ugo Stille (giornalista Corriere della Sera)

1974 – Hotel Mont D’Arbois, Megévè, Francia

  • Giovanni Agnelli
  • Enzo Bettiza (senatore, giornalista Corriere della Sera, cofondatore de Il Giornale)
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)
  • Principe Guido Colonna di Paliano (commissario europeo, diplomatico, NATO)
  • Roberto Ducci (ambasciatore, consigliere NATO)
  • Giorgio La Malfa (parlamentare)
  • Arrigo Levi (giornalista Corriere della Sera, RAI)
  • Franco Maria Malfatti (senatore)
  • Alberto Rochey (giornalista Corriere Della Sera, scrittore)

1975 – Golden Dolphin Hotel, Cesme, Turchia

  • Giovanni Agnelli
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)
  • Guido Carli (politico e Presidente Confindustria)
  • Roberto Ducci (ambasciatore, consigliere NATO)
  • Francesco Forte (docente universitario, parlamentare)
  • Giorgio La Malfa (parlamentare)
  • Arrigo Levi (giornalista Corriere Della Sera, RAI)

1977 – Torquay, Inghilterra

  • Giovanni Agnelli
  • Tina Anselmi (politica, partigiana e Presidente della Commissione d’inchiesta sulla loggia massonica P2)
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini (marchese e politico)
  • Guido Carli (politico, Presidente Confindustria)
  • Roberto Ducci (ambasciatore, consigliere NATO)
  • Marcella Glisenti (scrittrice)
  • Carlo Sartori (pittore)
  • Francesco Cossiga

1978 – Princeton, New Jersey, USA

  • Giovanni Agnelli
  • Beniamino Andreatta
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini
  • Roberto Ducci (ambasciatore, consigliere NATO)
  • Piero Ottone (giornalista Corriere Della Sera)
  • Paolo Savona (economista, docente universitario)
  • Stefano Silvestri (sottosegretario Affari Europei, consulente Difesa)

1979 – Baden, Austria

 

  • Giovanni Agnelli
  • Vittorio Barattieri (Direttore generale Ministero Industria)
  • Gian Gasperi Cesi Cittadini
  • Stefano Silvestri (sottosegretario Affari Europei, consulente della Difesa)
  • Nicola Tufarelli (FIAT)

1980 – Aachen, Germania

  • Luigi Barzini (scrittore)
  • Giorgio Benvenuto (sindacalista, segretario generale UIL)
  • Marchese Gian Gasperi Cesi Cittadini
  • Luigi Ferri (giurista)
  • Romano Prodi (2 volte Presidente del Consiglio)
  • Stefano Silvestri (sottosegretario Affari Europei, consulente della Difesa)
  • Barbara Spinelli (giornalista, cofondatrice Repubblica)

1981 – Burgenstock, Svizzera

  • Giovanni Agnelli
  • Romano Prodi (2 volte Presidente del Consiglio)
  • Stefano Silvestri

1982 – Sandefjord, Norvegia

  • Piero Ostellino (giornalista Corriere della Sera)
  • Romano Prodi (2 volte Presidente del Consiglio)
  • Virginio Rognoni (Ministro Affari Interni)
  • Stefano Silvestri

1983 – Montebello, Quebec, Canada

  • Umberto Agnelli
  • Piero Bassetti (Bassetti Spa)
  • Mario Monti
  • Paolo Zannoni

1984 – Saltsjobaden, Svezia 

1985 – Rye Brook, New York, USA

  • Giovanni Agnelli
  • Umberto Cappuzzo (Generale Esercito Italiano)
  • Mario Monti
  • Guido Rossi (giurista e avvocato)
  • Giovanni Sartori (Docente Columbia University)
  • Paolo Zannoni (FIAT)

1986 – Gleneages, Scozia, Regno Unito 

  • Giovanni Agnelli
  • Antonio Maccanico (politico, segretario generale Ufficio Presidenza Repubblica Italiana)
  • Mario Monti
  • Tommaso Padoa-Schioppa (Direttore Banca d’Italia)
  • Renato Ruggiero (Segretario Ministero Affari Esteri)
  • Gaetano Scardocchia (editore, La Stampa)
  • Luigi Spaventa (docente economia Università La Sapienza)
  • Paolo Zannoni (FIAT)
  • Alfredo Ambrosetti (Presidente Studio Ambrosetti)

1987 – Villa D’Este, Cernobbio, Lago di Como, Italia 

  • Giovanni Agnelli
  • Luigi Caligaris (senatore)
  • Guido Carli (senatore)
  • Carlo Azelio Ciampi
  • Francesco Cingano (Direttore Banca Commerciale Italiana)
  • Raul Gardini (Direttore generale Ferruzzi Spa)
  • Mario Monti
  • Romano Prodi (2 volte Presidente del Consiglio)
  • Franco Reviglio (Direttore ENI)
  • Cesare Romiti (FIAT)
  • Renato Ruggiero (Segretario Ministero Affari Esteri)
  • Gaetano Scardocchia (editore, La Stampa)
  • Paolo Zannoni (FIAT USA)
  • Alfredo Ambrosetti
  • Alessandro Vanzetto (FIAT)

1988 – Telfs-Buchen, Austria

  • Giovanni Agnelli
  • Giorgio La Malfa
  • Mario Monti
  • Ugo Stille
  • Paolo Zannoni

1989 – La Toja, Spagna 

  • Giovanni Agnelli
  • Enrico Braggiotti
  • Raul Gardini
  • Mario Monti
  • Filippo Maria Pandolfi
  • Paolo Zannoni

1990 – Glen Cove, New York, USA 

  • Giovanni Agnelli
  • Enrico Braggiotti (Banca Commerciale Italiana)
  • Raul Gardini (Ferruzzi Spa)
  • Mario Monti
  • Romano Prodi (2 volte Presidente del Consiglio)
  • Renato Ruggiero (Ministro Commercio Estero)
  • Paolo Zannoni

1991 – Baden Baden, Germania 

  • Giovanni Agnelli
  • Giampiero Cantoni (Direttore Banca Nazionale del Lavoro)
  • Gianni De Michelis (Ministro Affari Esteri)
  • Mario Monti
  • Renato Ruggiero (politico e diplomatico)

1992 – Evian-les-Bains, Francia

  • Giovanni Agnelli
  • Mario Monti
  • Sergio Romano (La Stampa)
  • Renato Ruggiero
  • Paolo Zannoni

1993 – Atene, Grecia

  • Giovanni Agnelli
  • Mario Monti
  • Renato Ruggiero
  • Barbara Spinelli
  • Marco Tronchetti Provera (Pirelli Spa)

1994 – Helsinki, Finlandia

  • Giovanni Agnelli
  • Umberto Agnelli
  • Alfredo Ambrosetti (Gruppo Ambrosetti)
  • Franco Bernabè (Telecom, ENI, banchiere e vicepresidente Rothschild Europa)
  • Innocenzo Cipolletta (Direttore Confindustria)
  • Mario Draghi
  • Mario Monti
  • Renato Ruggiero

1995 – Zurigo, Svizzera

  • Giovanni Agnelli
  • Umberto Agnelli
  • Mario Draghi
  • Renato Ruggiero

1996 – Toronto, Canada 

  • Giovanni Agnelli
  • Franco Bernabè
  • Mario Monti
  • Valter Veltroni

 

1997 – Lake Lanier, Georgia, USA 

  • Giovanni Agnelli
  • Umberto Agnelli
  • Carlo Rossella (La Stampa)
  • Stefano Silvestri

1998 – Turnberry, Ayrshire, Scozia 

  • Giovanni Agnell
  • Franco Bernabè
  • Emma Bonino
  • Luigi Cavalchini
  • Rainer Masera (Direttore Gruppo SanPaolo IMI)
  • Tommaso Padoa-Schioppa
  • Domenico Siniscalco

1999 – Sintra, Portogallo

  • Agnelli Umberto
  • Franco Bernabè
  • Francesco Giavazzi (Università Bocconi)
  • Paolo Fresco (FIAT)
  • Alessandro Profumo (Unicredit)

2000 – Genval, Bruxelles, Belgio

  • Giovanni Agnelli
  • Umberto Agnelli
  • Alfredo Ambrosetti
  • Franco Bernabè
  • Paolo Fresco
  • Gianni Riotta (La Stampa)
  • Renato Ruggiero (Schroder Salomon Smith Barney Italia)
  • Giulio Tremonti

2001 – Stenungsund, Svezia

  • Franco Bernabè
  • Mario Draghi
  • Gian Maria Gros-Pietro (FIAT, Atlantia, Seat, Edison)
  • Mario Monti
  • Gianni Riotta

2002 – Chantilly (Virginia), USA

2003 – Versailles, Parigi, Francia

  • Alfredo Ambrosetti
  • Rodolfo De Bendetti (CIR)
  • Franco Bernabè
  • Mario Draghi
  • Mario Monti
  • Marco Panara (La Republica)
  • Corrado Passera (Banca Intesa BCI)
  • Roberto Poli (ENI)
  • Paolo Scaroni (Enel)

2004 – Stresa, Italia

  • Alfredo Ambrosetti
  • Rodolfo De Benedetti
  • Franco Bernabè
  • Ferruccio De Bortoli (RCS Libri)
  • Lucio Caracciolo (Direttore rivista italiana di geopolitica Limes)
  • Mario Draghi
  • Gabriele Galateri (Mediobanca)
  • Francesco Giavazzi (docente Bocconi)
  • Cesare Merlini
  • Mario Monti
  • Corrado Passera (Banca Intesa Spa)
  • Gianni Riotta (Corriere della Sera)
  • Paolo Scaroni (Enel)
  • Domenico Siniscalo
  • Giulio Tremonti
  • Marco Tronchetti Provera
  • Ignazio Visco (Banca d’Italia)

2005 – Rottach-Egern, Germania

  • Franco Bernabè
  • John Elkann
  • Mario Monti
  • Tommaso Padoa-Schioppa
  • Paolo Scaroni
  • Domenico Siniscalo

2006 – Ottawa, Canada

  • Franco Barnabè
  • John Elkann
  • Mario Monti
  • Tommaso Padoa-Schioppa
  • Paolo Scaroni
  • Giulio Tremonti

2007 – Istanbul, Turchia

  • Franco Bernabè
  • John Elkann
  • Mario Monti
  • Tommaso Padoa-Schioppa
  • Paolo Scaroni Paolo
  • Domenico Siniscalco
  • Giulio Tremonti

2008 Chantilly, Virginia, USA

  • Franco Bernabè
  • Mario Draghi
  • John Elkann
  • Mario Monti
  • Tommaso Padoa-Schioppa

2009 – Atene, Grecia

  • Franco Bernabè
  • Mario Draghi
  • John Elkann
  • Mario Monti
  • Tommaso Padoa-Schioppa, Minister of Finance, President “Notre Europe”
  • Romano Prodi (2 volte Presidente del Consiglio)
  • Domenico Siniscalco

2010 –  Sitges, Spagna

  • Franco Bernabè Franco, CEO, Telecom Italia s.p.a
  • Fulvio Conti Fulvio (ENI)
  • John Elkann John
  • Mario Monti
  • Tommaso Padoa-Schioppa
  • Gianfelice Rocca (Gruppo Techint, Confindustria)
  • Paolo Scaroni

2011 – Sant Moritz, Svizzera 

  • Franco Bernabè
  • John Elkann
  • Mario Monti
  • Paolo Scaroni
  • Giulio Tremonti Giulio

2012 – Chantilly, Virginia, USA

  • Franco Bernabè
  • Fulvio Conti (CEO and General Manager, Enel S.p.A)
  • John Elkann
  • Lilli Gruber
  • Enrico Letta

2013 – Watford, UK

  • Franco Bernabè
  • Enrico Tommaso Cucchiani
  • Lilli Gruber
  • Mario Monti
  • Alberto Nagel
  • Gianfelice Rocca

2014 – Copenhagen, Danimarca 29 Maggio – 1 Giugno 2014

  • Franco Bernabè, Presidente, FB Group Srl
  • John Elkann, Presidente, Fiat SpA
  • Monica Maggioni Editor-in-Chief, Rainews24, RAI
  • Mario Monti Senatore a vita; ex Presidente del Consiglio, Università Bocconi

2015 – Telf-Buchen, Austria 11 – 14 Giugno 2015

  • Franco Bernabè Presidente, FB Group Srl
  • John Elkann, Presidente e Amministratore Delegato, EXOR;Presidente, Fiat Chrysler Automobiles
  • Lilli Gruber, Executive Editor e Anchor “Otto 1/2”, La7 TV
  • Mario Monti, il senatore a vita; ex Presidente del Consiglio, Università Bocconi
  • Gianfelice Rocca, Presidente, Gruppo Techint

Qua a tergo l’elenco più o meno completo di tutti gli uomini e donne che hanno partecipato alle riunioni.

 

Gruppo Bilderberg

2 pensieri su “Gruppo Bilderberg

    • 14 Ottobre 2015 alle 23:56
      Permalink

      Secondo me sono coloro che applicano sul territorio, in una partita a scacchi gli alfieri e i cavalli, il 4 a tresette sono probabilmente le camere tutte. La torre non compare nell’elenco, almeno la torre italiana. 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.