Italo, Golmetto e il padre

 

Economia per i più piccoli…. favola del buongiorno.

 

Golmetto

Ieri Italo era al parco a giocare con lo skate quando improvvisamente gli si è rotta una ruota. Che disdetta, il gioco era finito, niente più skettinate libere…. Comprare la nuova ruota sarebbe costato 5 euro che Italo non aveva. Mogio si sedette su una panchina per pensare come risolvere il problema. Poco dopo arriva Golmetto che è suo fratello e vedendolo triste domanda che cosa è accaduto. Saputa la storia Golmetto sorride e parlando fitto fitto racconta ad Italo che c’è sempre una soluzione ad ogni problema, che i fratellii ci sono nel momento del bisogno, che lui può aiutarlo. Dopo la lunga esternazione Golmetto termina dicendo, te li presto io!!

Italo è felice di avere un fratello come Golmetto che lo aiuta quando è in difficoltà e sorridendo allunga la mano.

Golmetto gli allunga 2 euro e gli dice, valgono come 5, quando li spendi al negozio da nostro padre digli che poi io gli porto gli altri  3 euro, inoltre ricordati che stasera devi rendermene 6.

Perchè chiede Italo. Perchè? risponde Golmetto sorpreso, perchè io rischio a darti questi 5 euro, mi tolgo la possibilità di spenderli, rischio che tu non li restituisca, anzi, dammi in garanzia il tuo skate, te lo rendo quando mi restituisci i soldi!

Felice Italo corre al negozio e compra la ruota nuova, lascia i 2 euro al padre dicendogli che verrà poi Golmetto a saldare.

Italo, per trovare i soldi da restituire a Golmetto, chiede a suo padre se può tagliare il prato del negozio. Certo risponde Il padre, ma posso darti massimo 3 euro aspetta che li stampo.

La sera i due si ritrovano. Hai riportato i miei 6 euro dice Golmetto? Italo imbarazzato gli mostra solo 3 euro. Golmetto sbotta, ma come, non sei di parola allora io mi tengo il tuo skate che vale circa 2 euro dato che è rotto, rimane ancora 1 euro che mi devi. Facciamo così ti voglio dare fiducia mi ridai questo euro domani sera, ma diventano 2 visto che trattieni ancora i miei soldi.

Il ragazzo imbarazzato accetta. Golmetto con i 3 euro ottenuti va dal padre e paga la differenza.

Italo chiede al padre se può potare le rose del giardino, certo risponde il padre di Golmetto, ma posso darti massimo 2 euro, aspetta che li stampo.

Il giorno dopo i due si ritrovano e Italo ha i 2 euro che restituisce. Mi ridai lo skate adesso? No risponde Golmetto, questo lo tengo perchè mi hai mentito ieri non riportando tutti i soldi, ricordi vale per la parte dei 2 euro che mi dovevi.

Golmetto con una lacrima grida, che me ne faccio adesso della ruota? Golmetto lo guarda e commosso gli dice, ascolta la ruota non è più nuova, vedi hai aperto la confezione, facciamo così ti do 2 euro e la prendo io, ok? Vedi dice Golmetto che ti sono amico, ti aiuto sempre.

Italo accetta tanto della ruota non se ne fa più niente.

La sera Golmetto torna a casa e dice al padre che non ha soldi in tasca, che le sue spese sono tante e rischia di dover vendere le sue cose, di non poter più aiutare i suoi piccoli amici, il padre premuroso gli da 5 euro, poi lo ferma, aspetta, devo pagare la ruota per lo skate restituiscimi un euro. Certo dice Golmetto ma però domani mi dai due euro ok? Bene dice il padre che tanto può stampare i suoi euro quando vuole.

Il giorno dopo il padre di Golmetto non vende nemmeno una ruota e quindi stampa 2 euro e li consegna a Golmetto. Golmetto lo guarda e sbotta, ma adesso ci sono 2 euro in più, quindi valgono meno, devi darmene 3. Il padre riflette, sai che facciamo, se ne stampo un’altro poi mi chiedi un quarto euro dato che valgono ancora meno, ti consegno la stampante e te li stampi da solo, ok? Golmetto accetta la stampante in cambio di 2 euro.

Italo seduto di nuovo sulla panchina è triste nuovamente e Golmetto si avvicina domandando che succede. Mi manca lo Skate sbotta Italo e la libertà che mi concedeva. Golmetto lo guarda e poi comincia, e che ci sono a fare io allora? Ecco il MIO skate, te lo faccio usare, però in cambio di un euro al giorno. Italo controlla le tasche e avendo 2 euro grida, ma così sarò libero solo due giorni. Nooo risponde Golmetto adesso posso stampare gli euro, te li stampo io, basta che tu paghi un poco di interesse diciamo 50 centesimi oltre che gli euro che ti fornisco. Come faccio a pagarlo questo interesse e questi euri chiede Italo. Semplice, puoi fare alcune commissioni per me, come andare a ritirare i prestiti che ho fatto a tutti i bimbi della scuola. Non ti sembra una bella proposta?

Fine della storia.

Quesiti:

Quanto aveva Italo all’inizio della storia?

Quanto aveva Golmetto all’inizio della storia?

Quanto ha il padre all’inizio della storia?

Quanto ha Italo alla fine della storia?

Quanto ha Golmetto alla fine della storia?

Quanto ha il padre alla fine della storia?

Soprattutto: chi sono Italo, Golmetto e il padre?

Risposta:

Italo aveva 1 skate.

Golmetto aveva 2 euro.

Il padre aveva 1 ruota, una stampante e una negozio da gestire.

Italo ha un debito e un lavoro fisso con cui paga la sua libertà.

Golmetto ha uno skate funzionante, 4 euro, un credito di 1,5 euro che arrivano ogni giorno oltre ad una stampante.

Il padre di Golmetto ha il prato falciato e le rose potate, ma non stampa più un cavolo di nulla ed è solo questione di tempo ma presto o tardi cederà il negozio a Golmetto!

Piccolo mio, hai capito chi sono i tre personaggi? NO, sei perfettamente integrato nella società attuale e quando sarai grande chiamerai tuo figlio Italo.

Jacopo Cioni

 

 

Italo, Golmetto e il padre
Tag:                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.