Kyenge istiga alla violenza

 

kyenge

da ilradar.com

Io ho lavorato, prodotto, reso il mio paese migliore nel mio piccolo. La stessa cosa ha fatto mio padre, mio nonno e i miei avi prima di noi. Ci siamo impegnati anche a costo di sacrifici e nessuno, soprattutto lo stato ci ha regalato nulla. Quando mio nonno faceva la fame dopo la guerra si è alzato e ha inventato una nuova vita ricominciando a costruire. Se io oggi ho una casa lo devo anche ai loro sacrifici. Io sono d’accordo con la kyenge, cedo agli immigrati la mia seconda casa che non ho, in cambio la persona che la occupa mi deve dare una proprietà di identico valore nel suo paese. Io mi trasferisco da dove lui è scappato e ricomincio da capo, perchè noi italiani non ci siamo mai arresi e siamo pronti a combattere e sono sicuro che saremo in grado di rendere grande il paese che lui invece ha abbandonato. Lo abbiamo fatto ogni volta che siamo emigrati in altri lidi e senza mai regali da parte di nessuno. E’ abominevole pensare che uno stato (e continuo a scriverlo minuscolo) possa prendersi carico di chiunque in questo mondo; non può funzionare in questi termini a meno che non lo si voglia distruggere questo stato. Che la kyenge lo sappia, lei sta minando con le sue sparate la tolleranza che è propria di questo paese e degli italiani per trasformarla in razzismo più puro. Kyenge istiga alla violenza le persone sia da un lato che dall’altro. Gli immigrati (non migranti) che penseranno di avere il diritto di…. e gli italiani che vedranno distrutti i propri sacrifici. Posso saper quale istituzione ci deve difendere?

Jacopo Cioni

Jacopo

Kyenge istiga alla violenza
Tag:                                         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.