L’ Isis minaccia di arrivare a Roma. Ma, da italiani, ci scherziamo sopra

di C.Alessandro Mauceri

Notizie Geopolitiche

image49La campagna terroristica lanciata dai terroristi jihadisti dell’ISIS ricorrere ad ogni mezzo nel tentativo di seminare terrore negli italiani. Per farlo ha anche aperto una pagina su Twitter intitolata:“#We_Are_Coming_O_Rome”(“stiamo per arrivare a Roma”). Immediata e del tutto inaspettata la risposta via Twitter a questa forma di attacco mediatico, una curiosità raccolta dal Washington Post: centinaia di persone hanno offerto ai jihadisti i loro “consigli”.

C’è stato chi ha consigliato di “non prendere il treno perchè è sempre in ritardo”, chi ha detto di “non prendere il raccordo anulare: è sempre intasato e si rischia di rimanere intrappolati”. C’è chi ha tranquillizzato i romani dicendo che “se prendono la Salerno-Reggio Calabria (i jihadisti, n.d.r.) arrivano per il 3025” e chi ha scherzato notando che “Arriva l’ISIS e non ho niente da mettermi”, chi ha ricordato loro di portare “pneumatici da neve o catene a bordo se prendete l’autostrada. Sennò vi sequestrano il carro armato” e chi ha consigliato un posto dove ristorarsi, “Andate a mangiare da Gigi Er Puzzone”. Alcuni l’hanno buttata sul gastronomico raccomandando “La carbonara non la mangiate, l’amatriciana manco, che ve do??” oppure “Vi respingiamo a colpi di cotenna di maiale fritta nello strutto”. Qualcuno ha fatto presente che “purtroppo per loro i tifosi del Feyenoord sono arrivati prima” (in riferimento allo scempio compiuto solo pochi giorni fa dai tifosi olandesi) e chi ha deriso la decisione di fare minacce via Twitter, “Tranquilli, non fatevi prendere dal panico, tanto se arrivano ci avvisano con #Arrived_To_Rome”.
Qualcuno, infine, non ha perso l’occasione e si è buttato sulla satira politica, dicendo che l’Isis sarebbe “in ritardo, l’Italia è già stata distrutta dai propri governi”.
L’aspetto più interessante della vicenda, però, è che alla fine il numero delle risposte ironiche, scherzose e di ogni altri tipo da parte degli italiani ha superato di gran lunga quello dei sostenitori della “marcia su Roma” promessa dai terroristi. Segno che, almeno fino ad ora, le minacce dei jihadisti non sono considerate reali dagli italiani.

C.Alessandro Mauceri

1240007_1380203348878330_1325419258_n

Twitter italiani isis fuori

L’ Isis minaccia di arrivare a Roma. Ma, da italiani, ci scherziamo sopra
Tag:                 

3 pensieri su “L’ Isis minaccia di arrivare a Roma. Ma, da italiani, ci scherziamo sopra

  • 27 Febbraio 2015 alle 15:34
    Permalink

    L’Isis lancia provocazioni perche’ essi hanno tutto da guadagnare da un conflitto percepito come una crociata che unificherebbe i movimenti islamici.

    Rispondi
  • 4 Novembre 2015 alle 22:14
    Permalink

    Forse la capacità di sdrammatizzare è una peculiarità del popolo italico. Ma questa minaccia è tremendamente vera. E’ il mio pensiero che dietro l’ISIS ci sia ben altro. Chi ha addestrato l’ISIS? Chi la finanzia? Probabilmente i due mandanti sono diversi, ma legati comunque dallo stesso filo nero del petrolio.
    Quello che mi lascia perplesso e atterrito è la decisione del Vaticano di aprire il Giubileo proprio nell’anno delle stragi dei terroristi islamici. Spero che il “morto” non serva a qualcuno per legittimare uno stato di polizia Europea o peggio. Ricordate il messaggio alla Naazione di V per vendetta?
    Eccolo:
    https://www.youtube.com/watch?v=ajfEW3Fuo7o

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.