La rubrica Balasso 032

Natalino Balasso mi ha autorizzato a gestire una pagina utilizzando le pubblicazioni della sua pagina facebook.

“Ego te autorizzo a far quel cazzo che vuoi coi miei scripti, cum publicatione sul tuo sito, basta che scrivi che son miei” Firmato Balasso

natalino balasso

L’esclusività del posto di lavoro provoca, tra le altre cose, l’imbecillità del nostro vivere sociale. Il giorno in cui ci accorgeremo che non sono i posti di lavoro, gli stipendi o i quadri professionali da difendere, ma gli esseri umani che stanno come pedine dentro queste caselle, sarà sempre troppo tardi.
Un signore di Locorotondo chiama il numero verde al quale dovrebbe rispondere un medico competente per intervenire sull’apparecchiatura che serve alla madre malata di sla. Il rischio è la morte. Risponde un sostituto che afferma di non essere competente, di chiamare il giorno dopo Pasquetta perché il medico competente è in ferie.
Un amico medico ha salvato la situazione dimostrando per l’ennesima volta l’inutilità dei numeri verdi.
Da cosa derivano queste situazioni? Da persone che non hanno voglia di lavorare? Dal welfare che non funziona? Dalla mancanza di sensibilità?
Io credo che derivino dal fatto che ci ostiniamo a credere nell’esclusività del posto di lavoro. Se quel posto fosse occupato non da una sola persona, da ma da dieci, venti, cento medici senza lavoro, avremmo un posto attivo ventiquattr’ore su ventiquattro. Si lavorerebbe tutti poche ore a settimana se al centro, invece del lavoro, ci fosse l’essere umano. Lavorare sarebbe come scontare la pena di Berlusconi: una pacchia.
Ovviamente chi crede nell’ineluttabilità dell’esistente afferma che “non ci sono soldi” oppure, come va di moda dire, “non ci sono coperture”.
Ma i soldi sono un’invenzione, il sistema economico in cui viviamo è una realtà virtuale, possiamo modificarla a nostro piacimento, dobbiamo solo ripensare la realtà. Immaginare un modo diverso di esistere.
Oppure possiamo fare come stiamo facendo: studiare quello che gli altri hanno già fatto, rifare quello che hanno fatto loro e meravigliarci che non si fanno passi avanti.

La rubrica Balasso 032

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.