La rubrica Balasso 055

Natalino Balasso mi ha autorizzato a gestire una rubrica utilizzando le pubblicazioni della sua pagina facebook.

“Ego te autorizzo a far quel cazzo che vuoi coi miei scripti, cum publicatione sul tuo sito, basta che scrivi che son miei” Firmato Balasso

natalino balasso

Generalmente nei film, degli Stati Uniti arrivano soprattutto le immagini delle città, ma l’America, si sa, per lo più è tutta campagna. Perciò sbaglia chi pensa che le discussioni sui diritti, sulle minoranze, sull’equità sociale, siano condivise in tutto il paese.
E così lo Stato dell’Indiana si trova in difficoltà a mettere insieme le cose. Il succo è: di chi mi conviene difendere i “diritti”? Faccio una legge che permette, per motivi di libertà religiosa, di rifiutarsi di vendere merci agli omosessuali. C’era stata una polemica, tempo addietro, per via di una torta di matrimonio con sopra due sposini; un bel problema! Quella legge, in America, sa un po’ di anticostituzionale, ma c’è quella parolina: “freedom”, che tante volte aggiusta anche l’incostituzionalità. La libertà di non prestare i miei servizi alla gente con cui non sono d’accordo. Ora, il problema si fa complesso quando, ad esempio, un eterosessuale con cui il negoziante è d’accordo, ordina una torta “omosessuale”. Lo vedete il casino, quando uno stato moderno vuole dirimere le questioni su ciò che avviene a letto? Libertà religiosa, diventa ingerenza della religione nella vita di tutti i giorni, ma la religione è esattamente questo. Solo una religione ipocrita può dire di lasciare libertà a un fedele di scegliere i propri comportamenti nella vita. Come posso obbligare un medico che crede che l’aborto sia un delitto, a praticare un aborto? Come posso obbligare una persona che pensa che una trasfusione di sangue sia un peccato gravissimo, a sottostare a una trasfusione? Libertà religiosa significa anche avere più mogli, come si combina questo con il reato di bigamia? Perché dovrei prestarmi a compilare un atto di divorzio se per me è un peccato gravissimo? L’unica via di uscita per uno stato moderno è ignorare le religioni e le superstizioni, ma spesso è lo stato a diventare religione. La strada dei diritti è tortuosa. E si potrebbe avverare anche il problema opposto, come in Germania, dove molti genitori si stanno opponendo all’obbligo, per i figli che frequentano le elementari, di assistere a filmati realistici per essere educati al sesso, ai sessi, al gender e al transgender.
Ma forse la legge verrà rivista, perché importanti aziende hanno già detto che rivedranno il loro rapporto con quello Stato. E la cosa potrebbe diventare un boomerang e contraddire il diritto naturale di ogni buon americano: accumulare i schei anche contro la propria volontà.
Nel frattempo, strano che in America non sia venuto in mente a nessuno di fare una legge che permette di non vendere armi a chi è stronzo.

La rubrica Balasso 055

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.