Marino, l’arciitaliano perfetto contro il bugiardissimo ed il Papa

di Augusto Grandi
girano

marinoIl bugiardissimo ha finalmente un avversario con grandi potenzialità. Non si tratta di Salvini o di Grillo. L’unico vero concorrente per guidare l’Italia e’ Ignazio Marino. L’arciitaliano, il perfetto rappresentante dei difetti nazionali. Tutti insieme, nella stessa persona. Bugiardo come il suo rivale potenziale, sempre pronto a scaricare le colpe e gli errori su qualcunaltro, sempre scattante quando si tratta di prendersi meriti che non gli competono. Ma dove l’ex sindaco di Roma e’ insuperabile e’ nel pressappochismo. A differenza del bugiardissimo, che non sa ma finge di sapere, l’arciitaliano se ne frega di cosa pensano gli altri: propina la sua versione inverosimile dei fatti e va avanti così. Se ne frega di non essere credibile, di non essere adeguato, di non saper far nulla. Va bene così. Il suo attacco al Papa e’ un capolavoro mariniano. Ovviamente non poteva accusare Bergoglio di aver mentito sull’inesistente invito a Filadelfia.

Ed allora l’ex sindaco di Roma, ma anche primo cittadino degli italiani tutti, ha spiegato che il Papa doveva lasciar correre, ignorando la domanda perché lui, il Papa, in America si era occupato dei massimi sistemi e, dunque, doveva far finta di nulla sull’inopportuna presenza di Marino negli Stati Uniti. E l’incapacità nell’affrontare la pioggia sulla città? Colpa del padreterno, mica del sindaco. E la delinquenza? Primo, non esiste, secondo, se esiste e’ colpa degli sbirri. L’abusivismo selvaggio degli invasori? Colpa dei fascisti. La sua innata antipatia e l’incapacità di confrontarsi con i cittadini? Colpa dell’ufficio stampa. C’è sempre un responsabile, per qualsiasi sua mancanza. Crolla il soffitto nella metropolitana? Colpa di Giulio Cesare e magari anche di Romolo. E allora un uomo così non può restare confinato a fare il sindaco. Deve governare il Paese, magari anche l’Europa, il mondo intero. Certo, bisognerebbe che qualcuno lo invitasse, ma l’imbucato d’Italia riuscirà a sostituire Ban Ki-moon anche senza invito, facendo credere a Putin che sia stato Obama a volerlo e raccontando a Obama che è stato Putin a supplicarlo di accettare la segreteria generale dell’ONU.

Augusto Grandi
augusto grandi
Marino, l’arciitaliano perfetto contro il bugiardissimo ed il Papa
Tag:                     

3 pensieri su “Marino, l’arciitaliano perfetto contro il bugiardissimo ed il Papa

  • 10 Ottobre 2015 alle 15:48
    Permalink

    Veramente a Filadelfia dice che sia stato invitato dal sindaco della città . Ho conosciuto un romano su Facebook che ha elencato le cose che ha fatto Marino fino a ora : più di 20 !! Se ritrovo il post lo salvo e lo metto nella mia bacheca !!

    Rispondi
  • 13 Ottobre 2015 alle 08:52
    Permalink

    E’ potenzialmente bravo, potrebbe indovinare, con il tempo, a far bene per Roma,certo nn ha la capacità di dettare legge, ma quella di intestardirsi e portarle avanti. Ma che centra se si allaga la metro che ha i disagi da 100 anni, o si allaga dopo un acquazzone quando si è sempre allagata , perché ha difetti strutturali. Insomma capisco che gli si da addosso per colpe sue,(la città e’ enorme e i difetti sono tanti e mai risolti)ma andiamo piano, che a criticare a tutti i costi tutti, nn se ne salva uno

    Rispondi
    • 13 Ottobre 2015 alle 09:18
      Permalink

      Ho questa sensazione…. che se ti dai davvero da fare, con risultati immediati o meno, le persone se ne accorgono…. se invece ti incontri con certi personaggi e da loro è sovvenzionata la tua campagna elettorale allora qualcosa non torna e il non ottenere risultati può essere voluto… fino a che la corruzione e l’imbroglio sono metodi per fomentare il disastro voluto per passare allo stato di NWO, belli o brutti che siano… a casa! Jak

      Rispondi

Rispondi a aurora de palma Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.