Re Giorgio, penitenziagite!

di Antonella Policastrese

giorgio napolitanoPapa Francesco2

Giorgio Napolitano nell’incontro con il Pontefice ha parlato di clima avvelenato. Chissà se papa Francesco dopo questa visita avrà intimato al sovrano nazionale più sobrietà e impegno ad uscire dalla crisi, cominciando da una revisione sulle spese necessarie per mantenere il Quirinale , simile alla reggia di Versailles per gli alti costi che superano addirittura quelli della Casa Bianca. E chissà se Napolitano si sarà messa una mano sulla coscienza confessando le continue imposizioni fatte su un parlamento a sua immagine e somiglianza. Un ruolo quello di Napolitano da Repubblica Presidenziale i cui toni suonano come degli ultimatum a favore di una Germania sempre più arrogante e dittatoriale nei confronti dei popoli ridotti alla fame. Chissà se Napolitano, dopo questa visita si renderà conto che spronarci verso un’europa,a costo di perdere la sovranità nazionale, equivale a rottamarci come individui e ad essere schiavi di un potere finanziario che macina persino le nostre vite, pur di sopravvivere a se stesso. Insomma questa visita sarà stata un richiamo all’ordine per un Pontefice che sta tra la gente e interpella le nostre coscienze , o un monito ad un uomo, da troppo tempo Presidente che ha voluto politici, avvelenatori di pozzi?

Antonella Policastrese

Antonella Policastrese

Re Giorgio, penitenziagite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.