Renzie l’eroe

di Antonella Policastrese

renzieLa protesta dei cittadini continua. Pur tuttavia I giornali e le tv ieri hanno aperto i tg con la notizia di Renzi incoronato segretario di un Pd che ha tutti i connotati di un partito unico. Davanti a un Paese che sta sprofondando sempre più, l’unico problema è stato quello di mostrarci Renzi in tutte le salse, come se il nuovo eroe di cartone con la bacchetta magica, dovesse risolvere i problemi che da tempo ci attanagliano. Tutti fanno finta di non capire. Si tappano le orecchie, chiudono gli occhi, mentre la società civile è sempre più oberata da tasse e balzelli, la disoccupazione aumenta e gli stipendi ridotti all’osso. La barca sulla quale stiamo navigando è peggiore di quelle dei migranti quando si mettono in mare in cerca di salvezza. Una salvezza che a noi può venire soltanto mostrandolo tutto il disagio, chiedendo diritti e di vivere in un mondo a misura d’uomo e non dominato dalla finanza e dalle banche e dai nuovi re che si sono incoronati da soli. A rendere ancora più rognosa la situazione il veto di un Presidente della repubblica, che sta abusando dei suoi poteri e che dopo la sentenza della consulta sul Porcellum, continua a dire che le elezioni sono lontane, che si devono fare le riforme e che si smetta di essere populisti e sciovinisti. Un capo dello Stato che difende la legittimità di un parlamento dove ci sono deputati abusivi, eletti con un premio di maggioranza illegale quanto quella legge che li ha fatti accomodare sulle loro poltrone. E così in questa tragedia che sono diventate le nostre vite, si ignorano le scene e gli attori che su di essa si muovono. Episodi come quelli di ieri sera in cui le forze di polizia si tolgono il casco per non manganellare gente inerme, passa in secondo piano, e seppure ancora oggi l’Italia è toccata dai venti della protesta le telecamere e i giornalisti scendiletto del sistema, continuano a rincorrere Renzi, a chiedergli di rilasciare dichiarazioni, non ponendosi nemmeno il problema, che davanti ai loro servizi la gente stanca spegne la televisione. Abbiamo capito che è tutto un bluff un lurido bluff e smascherare la falsità, la menzogna l’abominio significa cominciare a chiedere ciò che ci spetta Questo è un momento buio per la storia della Democrazia. La dittatura imposta tramiti apparati ben congegnati che vengono spacciati come democratici rischia di far saltare il Paese,per le enormi ingiustizie che ogni giorno la società civile vive sulla propria scorza. Legittimo diventa quell’urlo che si alza dalle piazze di chi non vuol morire, di chi vuole un Paese che ci appartiene e che non vogliamo lasciare in mano a questi vampiri in giacca e cravatta, che ci hanno succhiato il sangue e ora si apprestano a passare sulle nostre teste con decisioni imposte ma che noi rispediamo al mittente.

Antonella Policastrese

Antonella Policastrese

Renzie l’eroe
Tag:                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.