Uomo consapevole

di Gabriele Garzoli

uomo consapevoleImpegno Sociale propone all’Uomo Inconsapevole una serie di problemi che dovremmo risolvere assieme in quanto le istituzioni non li affrontano essendo servi del potere economico. Le multinazionali chimico farmaceutiche continuano la loro crociata devastante nei confronti del nostro equilibrio cellulare. Le malattie iatrogene sono il risultato di una sottile violenza che facciamo nei confronti dell’ambiente e del nostro corpo. Il medico tradizionale è diventato un ragioniere farmacologico. Ha la presunzione di restituirci la salute somministrandoci quattro pastiglie. Risultato un disastro globale. Ogni anno in Italia muoiono circa 500.000 persone uno 0,8% della popolazione, circa 25000 grazie ai farmaci e solo 9000 per incidenti stradali. Un bel risultato. Invece di fare la campagna antifumo e anticarne facciamo quella antifarmaco. vaccinoSe analizzassimo ciò che condiziona la membrana cellulare che è l’essenza della vita, smetteremmo di bistrattarla attraverso il terrorismo psicologico e la manipolazione ambientale. I messaggi eternamente negativi che ci somministrano quotidianamente condizionano la nostra energia mentale. Diceva Einstein : l’uomo del 2000 per sopravvivere dovrà cambiare letteralmente il proprio modo di pensare. Sono 50 anni che maltrattiamo l’ambiente. Negli anni sessanta avevamo raggiunto un grado di perversione inaudita. Dobbiamo ringraziare i Verdi se le cose sono migliorate anche se ancora nel settore agricolo assistiamo a interventi inverecondi. Per aumentare la produzione oltre allo scempio degli OGM si continuano ad usare antiparassitari e concimi chimici. Il politico non interviene perché viene foraggiato dalle multinazionali assassine. Vediamo cosa succede ogni volta che somministriamo alle piante, agli ortaggi, alle colture e ai fiori queste schifezze_:

frutta1 Una moria di uccelli e di api e come conseguenza un deficit di impollinazione per le piante endomorfe

2 una alterazione biologica del prodotto

3 un avvelenamento del consumatore e un condizionamento dei messaggeri proteici

4 un inquinamento progressivo della falda acquifera

5 un infiltrazione di tossine nelle carni e nelle verdure cotti sulla griglia con la legna di vite e ulivo

6 Assorbimento da parte dei frutti di una certa quantità di prodotto chimico

Questo comporta inevitabilmente un processo disarmonico nel metabolismo cellulare che nel tempo sfocia in quelle malattie che purtroppo mietono tante giovani vittime.

Morale : Che differenza passa tra un politico che consente l’uso di questi prodotti particolarmente dannosi per chiunque e la camorra che nel casertano sotterrava i tossico nocivi ? Nessuna. Entrambi prendono fior di soldoni dalle multinazionali per commettere degli abusi e veri e propri attentati.

Gabriele Garzoli

Uomo consapevole
Tag:                         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.