Bergoglio in mezzo ai lupi

Bergoglio  in mezzo ai lupi

di Antonella Policastrese

vaticano

Non avremmo mai creduto che il Papa dei poveri e degli ultimi, si sarebbe trovato sotto attacco da parte di cardinali e prelati avvezzi alla bella vita ed alla necessità di gestire denaro, come se fossero dei laici qualsiasi. Francesco ,d’altronde porta il nome di un santo, che aveva distribuito tutti i suoi averi ai poveri rinunciando alla vita agiata che il padre voleva  per lui.
E’ la prima volta nella storia della Chiesa che assistiamo ad un Papa che sceglie come nome per il suo apostolato quello di Francesco. ….Nessun credente  può parlare di povertà e vivere da faraone… dice Papa Bergoglio e la sua amarezza deve essere davvero tanta, difronte a quel che si agita  all’interno delle mura leonine. D’altronde che in Vaticano ci siano da sempre stati gruppi d’affaristi era risaputo, e che i cardinali conducessero una vita mondana anche. Basti andare ad Assisi, la città del poverello e guardarsi in giro. Ci sono più negozi di paramenti sacri, abiti talari firmati, che comuni vetrine adibite per la merce, tant’è che ci si chiede a cosa serva un abbigliamento religioso  in lana ermenegildo a partire da 730,00 euro  o in lanetta e terital dal costo di 213,00 euro. Prelati  che si  agghindano  come se dovessero presiedere eventi mondani, quando Francesco usa un paio di scarpe  modeste e porta al collo un crocefisso di quando era vescovo in Argentina, un simbolo semplice non certo d’oro e pietre preziose. La ricchezza che fa a pugni con la povertà,  povertà che Francesco ha abbracciato, perchè si rende conto di cosa sia la sofferenza, la fame, non avere un tetto sulla testa. . La chiesa ostaggio  dei peggiori mercanti del tempio e dall’altra un pastore che tiene al suo gregge e per guidarlo  resiste ai continui attacchi che deve fronteggiare, per ripristinare una Giustizia il cui volto rimane oscurato da numerose ombre. Attraverso la pubblicazione dei libri di Emiliano Fittipaldi e Gianfranco Nuzzi sono emerse le trame  di personaggi come Francesca Immacolata Chaouqui pierre lobbista che insieme a mons. Lucio Angel Vallejo BaldaLucio Angel Vallejo Balda, spagnolo,  segretario della Prefettura degli Affari economici e della Commissione di studio gestivano da affaristi le attività economiche della santa sede. Forse nel ricostruire fatti ed avvenimenti ci si sarebbe aspettati notizie più dettagliate sull’Opus Dei una prelatura personale della Chiesa cattolica, l’unica esistente nell’ordinamento canonico. E’ un’associazione così potente molto attiva in Calabria, regione da cui proveniva Francesca Immacolata Chaouqui. Al tempo di De Magistris  l’Opus Dei fu lambita da indagini  durante il caso Why-Not, che finirono  in un nulla di fatto, come già molti immaginavano. Pare di capire che l’Opus Dei sia una specie di massoneria cattolica ad alto livello e chi è dentro non ha nulla da temere. Bergoglio lotta quindi contro questi poteri occulti che vorrebbero assoggettare la Chiesa ai propri  interessi ed alle loro strategie,  che cozzano con lo spirito d’evangelizzazione di questo Papa, ben intenzionato ad andare avanti. Aldilà del marcio che sta emergendo sembra che il Vaticano sia sott’attacco e chissà se qualcuno oltre Tevere pensi di introdurre il “privilegio  Carolino”, in auge durante le dominazioni  spagnole quando il monarca nominava i vescovi nelle sedi  di sua pertinenza. La Chiesa di Bergoglio in questo momento è l’unico punto fermo a cui guardano i diseredati della terra, gli emarginati, i disoccupati destinati a diventare sempre più numerosi, per via di governi non certo attenti al Bene Pubblico. Davanti a questa deriva autoritaria che si respira, vedere un Papa forte nella fede, che non demorde davanti alle ingiustizie fa sentire meno soli gli uomini e le donne di questo tempo sempre più confuso, che ha perso la bussola e considera gli uomini non individui, ma merce. Merce di scarto come dice Papa Francesco e di fronte a questo ognuno di noi deve aprire il cuore alla speranza ed agire consapevolmente. Dio è misericordia. Meglio cercarlo il volto di quella Misericordia, prima che questo mondo imploda su se stesso.

11225209_1085370021480934_7979861481168341662_n

Antonella Policastrese

Bergoglio in mezzo ai lupi ultima modifica: 2015-11-12T10:00:55+00:00 da Antonella Policastrese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook