Archive for Cultura e Società

Nuova classifica dei più “potenti” del mondo (e Renzi non c’è)

CAlessandro Mauceri

C.Alessandro Mauceri

http://www.dazebaonews.it/italia/fatti-opinioni/item/37985-ecco-i-piu-potenti-del-mondo-il-papa-al-quarto-posto.html

La rivista americana Forbes ha pubblicato la lista dei 73 leader politici, finanziari, filantropi ed imprenditori più potenti del mondo (uno ogni 100 milioni di abitanti del pianeta). La selezione è stata fatta basandosi su diversi parametri come l’impatto sociale, le risorse finanziarie e la sfera d’influenza che queste persone hanno.
Si tratta dello 0.00000001 per cento della popolazione che ha veramente il potere di cambiare il futuro del pianeta. Giusto per fare un esempio, al quarto posto compare Papa Francesco: non a causa delle ricchezze del Vaticano, ma in quanto leader spirituale di oltre un miliardo di cattolici. Ovvi i criteri di scelta nel caso di alcuni imprenditori: Bill Gates (sesto) è stato scelto in base alla sua ricchezza. In altri casi, però, la selezione non è stata fatta valutando solo la ricchezza reale, ma le risorse “potenziali”: come nel caso del re dell’Arabia Saudita, Salman bin Abdulaziz Al Saud (14esimo) che controlla il 20 per cento delle riserve di petrolio del mondo.

Con grande sorpresa, e per il terzo anno consecutivo, al vertice di questa lista è finito il presidente russo Vladimir Putin. Dietro di lui la cancelliera tedesca Merkel, in ascesa di ben tre posizioni (era al quinto posto l’anno scorso). Grande sorpresa per il presidente degli Stati Uniti Barak Obama “solo” al terzo posto (era secondo nel 2014).

E gli italiani? Nessuno occupa posti di rilievo. Renzi non compare neanche nella lista dei primi 73. Il primo e unico connazionale ad essere riportato nella lista è Mario Draghi all’undicesimo posto, ma solo in quanto governatore della Banca centrale europea e, aspetto tutt’altro che secondario, in netto calo rispetto al 2014 (quando si era piazzato all’ottavo posto).

C.Alessandro Mauceri

 

Italiani popolo di …..ignoranti (secondo certi studi)

CAlessandro Mauceri

di C.AlessandroMauceri

http://www.dazebaonews.it/italia/fatti-opinioni/item/38039-l-italia-e-diventata-la-patria-dell-ignoranza.html

 

Per strano che possa sembrare, l’Italia, nell’antichità culla della cultura e del sapere, oggi è diventata patria dell’ignoranza.

Secondo i ricercatori che hanno condotto lo studio Perils of Perception, per Ipsos-Mori, la maggior parte delle persone “ignora” la realtà che e non conosce come stanno realmente le cose.

La ricerca ha analizzato le conoscenze dei cittadini su diversi temi di pubblico interesse: dal tasso di disoccupazione agli immigrati, dall’aspettativa di vita alla percentuale di cristiani e di musulmani e molte altre. Ebbene in tutti i paesi analizzati (oltre all’Italia, Polonia, Francia, Spagna, Germania, Belgio, Ungheria, Svezia, Gran Bretagna, Giappone, Corea del sud, Australia, Canada e Stati Uniti), la conoscenza di molti temi di pubblico interesse sono risultate bassissime. Decenni di cattiva informazione e di disinformazione hanno ottenuto i risultati sperati e oggi gli italiani non sanno cosa Read more

La nuova Italia? Arrogante, vigliacca, stupida

La nuova Italia? Arrogante, vigliacca, stupida

di Augusto Grandi
girano

Il ragazzotto che ha ammazzato la madre della fidanzata e ferito gravemente il padre era plagiato dalla ragazza o era un bastardo di suo? In fondo la risposta non è importante, se non per le indagini. Il problema, molto più grave, è che l’assassino assomiglia molto alle Meglio_teppisti_che_studenti_-_scritta_sul_murobande di ragazzotti deficienti che si possono incontrare sugli autobus o sui treni. Caratterizzati da occhi spenti, non dall’abuso di droghe  ma per deficienza congenita, con il cappellino d’ordinanza indossato al contrario, con l’arroganza dovuta al gruppo e non ad una sfida individuale. Prepotenti nei confronti degli anziani, maleducati, capaci di sfidare i controllori che cercano solo di evitarsi problemi. Read more

Dramma in famiglia

Dramma in famiglia

di Antonella Policastrese

foto da facebook Antonio TagliataAncora un’altro omicidio. Ancona. Un diciottenne Antonio Tagliata spara ed uccide Roberta Pierini, madre della sua ragazza e ferisce gravemente il padre di lei, Fabio Giacconi, ricoverato in ospedale in coma irreversibile. Il ragazzo, voleva un chiarimento con i genitori della ragazza che osteggiavano la loro storia amorosa, risoltasi con lo svuotamento di pallottole che hanno messo la parola fine ad una tragedia in qualche modo annunciata. Cos’è che sta succedendo? Rapporti sempre più tesi tra adulti e ragazzi, mondi che viaggiano parallelamente, mancanza di dialogo, di regole, incapacità a  spiegarsi. Essere genitori in questo mondo di lupi diventa sempre più difficile. Da quando sono venuti meno gli ideali e l’unico valore è il denaro, qualcosa sta franando sotto i piedi, ed in questo continuo caos si fa fatica a trovare il bandolo della matassa. Read more

ULTIMA LETTERA AD UN ABITANTE DEL PAESE DEGLI STRONZI

di Gabriele Garzoli

lettera

ULTIMA LETTERA AD UN ABITANTE DEL PAESE DEGLI STRONZI

Nel 2014 decisi che avrei dedicato ancora due anni della mia vita per aiutare almeno cento persone che costituiscono la mia dimensione affettiva e garantire loro una vita accettabile.
In questo paese di stronzi che non investono un ora del proprio tempo nel tentativo di risolvere almeno i problemi locali. All’età di settant’anni perché dovrei farlo io? Perchè i giornali parlino del sottoscritto come salvatore della patria? Per dimostrare che sono onesto , leale e solidale?
Vediamo invece a cosa dovrei rinunciare. A scrivere Read more

Noi siamo quello che mangiamo …(nel bene e nel male)

di C.Alessandro Mauceri

dazebaonews

Noi siamo quello che mangiamo …(nel bene e nel male)

ROMA – La maggior parte delle patologie che si stanno diffondendo in modo preoccupante derivano dalle cattive abitudini alimentari, dallo stress, dal fumo, ma anche (per quanto sorprendente possa sembrare) dal comportamento e dall’alimentazione materna durante la gravidanza.

Tutti fattori che, volenti o nolenti, influiscono in modo rilevante sulla salute. Non se ne è parlato all’Expo di Milano (che, a conti fatti, non é stato altro che una “fiera” di grandi dimensioni in cui visitatori sono stati nutriti a colpi di fast food). A parlarne sono stati gli esperti che hanno partecipato convegno Read more

Pasolini e la Calabria

di Antonella Policastrese

cinepresa03pasolini

 

Forse la tragica dinamica dei fatti di quella notte tra  il 1º e il 2° novembre 1975  non sarà mai più chiarita nei dettagli e non si conoscerà il vero movente di quello che fu un efferato omicidio.
imagespasoliniO forse il movente ufficiale non ha mai convinto e convincerà quanti Pier Paolo Pasolini lo hanno conosciuto, apprezzato e anche lealmente avversato. Quella notte all’idroscalo di Ostia
il poeta  fu ucciso presumibilmente per una violazione degli accordi sessuali prestabiliti con un coatto imbarcato sulla sua  “Alfa Romeo Gt 2000”   nei pressi della stazione Termini a Roma. E quindi va subito detto che, a livello popolare, di Pier Paolo Pasolini era più nota l’ inclinazione sessuale che l’enorme valore assoluto della sua personalità di scrittore, poeta, regista e polemista; doti che però la gente, per Read more

#Europa: scontro di culture

di Antonella Policastrese

MIGRANTI EURO_600x600Il capitalismo  non è un’ideologia, ma un sistema che ha bisogno di fagocitare le democrazie elaborando delle strategie. E che le strategie in atto stiano distruggendo la democrazia,  favorendo nell’Europa la nascita delle destre, lo dimostrano le elezioni svoltesi in Polonia, dove ha vinto il partito anti migranti ed anti UE.
L’Europa che doveva portare pace, stabilità, affermazione della Democrazia è arrivata al capolinea e non ha motivo di esistere;  alla luce di quanto sta succedendo ha fallito gli obiettivi prefissati. In tutto questo tempo abbiamo assistito ad una Germania forte all’interno dell’Europa che è cresciuta ed ha raggiunto Read more

La Polonia ha votato contro il pensiero unico

di Augusto Grandi
girano

Anche la Polonia sulla scia dell’Ungheria e della Slovacchia. Ma pure Praga non è molto lontana. Una  parte sempre più consistente dell’Europa sta rifiutando la demenziale andrzej duda - poloniapolitica pro invasori di Bruxelles e della Merkel. E se l’Ungheria ha sacrosante ragioni, perché era stata invasa da decine di migliaia di ospiti non invitati, la Polonia ha bocciato quella che, per il momento, e’ solo una minaccia. Read more

STRAMALEDETTISSIMA TASTIERA FEISBUCCHIANA.

Domenico Loche Paba

sardegnaMentre noi ci scambiamo post su post, link su link, c’è chi ci stà restringendo sempre di più il terreno da calpestare; c’è chi facendoci mancare il terreno dai piedi, fa le prove generali per una imminente guerra, ma per noi sardi è più importante sbattere le dita su una tastiera nella speranza di qualche “mi piace”.
Con quelle esercitazioni, ormai si sa quali tipi di armamenti verranno usati, e sappiamo anche che non si tratta di aerosol prescritto dal medico per una infiammazione alle vie respiratorie, lo sappiamo, i più bravi ed informati ce lo dicono, e spargono ai quattro venti ogni sorta di post e commenti come se la tastiera fosse un’arma micidiale atta ad impedire che il nostro suolo, la nostra aria e il nostro mare vengano inquinati, inquinando persino i nostri corpi e soprattutto le nostre menti. Read more

Nella società del “fare” la morte è una minaccia

di Antonella Policastrese

angelo-della-morte-3

Io lì fermo restai, finché mia madre sopraggiunse che bevve il nero sangue e mi conobbe, e tra il pianto disse a me parole alate: «Come scendesti, figlio mio, da vivo nell’ombra tenebrosa? Arduo è vedere questi luoghi, ai viventi

Tre volte mi slanciai, mi urgeva in cuore di abbracciarla, e tre volte dalle braccia mi volò via, simile ad ombra o a sogno.

Sono i versi dell’XI canto dell’odissea , che narrano la discesa di Ulisse nell’Ade.Versi di ineluttabile drammaticità in questo periodo attuali

che acquistano ancor più senso durante la ricorrenza del Due Novembre. Read more

La montagna tradita dalla sinistra, abbandonata dalla destra

di Augusto Grandi

girano
Se un libro come “La costruzione delle Alpi”, di Antonio De Rossi, vince meritatamente la sezione scientifica del Premio Acqui Storia, significa che il tema della montagna e’

spopolamento montagnatornato al centro dell’attenzione, perlomeno tra chi riesce ad avere uno sguardo che vada oltre il proprio minimo spazio vitale. Ma occuparsene non significa capire. Le demenziali, o criminali, affermazioni a proposito della necessità di utilizzare le montagne come area di popolamento affidata agli invasori non dimostrano una grande capacità di comprendere le necessità e neppure le opportunità della montagna. Read more

Fondazione Moressa: Inutile stravolgere i dati

di Antonella Policastrese

moressaE’ stato presentato il  22 ottobre, il Rapporto 2015 sull’economia dell’immigrazione, redatto dalla fondazione “Leone Moressa” di Mestre che dal 2002 si occupa di studi e ricerche sui flussi migratori in Italia. Una sintesi di tale rapporto è stata diffusa dal quotidiano “La Repubblica” nei giorni scorsi.
L’esordio di quella sintesi è che 620 mila anziani italiani devono ringraziare 2,3 milioni di immigrati che col loro lavoro gli pagano la pensione. Sono dunque loro, i cittadini stranieri che hanno trovato lavoro in Italia, i nuovi “Enea” che portano Read more

Meno libertà e più tasse per mantenere la casta

di Alessandro Gallo

cameronIl primo ministro britannico David Cameron rappresenta il grave problema che abbiamo con i politici, caratterizzati per l’ ASSOLUTA MANCANZA di rispetto per i nostri diritti umani; pensano solamente a come saccheggiare le nostre risorse per accaparrare ricchezze per loro stessi e le loro famiglie.Cameron ha sostanzialmente espresso questo concetto: “Nel nostro Paese, vogliamo consentire l’esistenza di un mezzo di comunicazione che non possiamo leggere? La mia risposta a questa domanda è: ‘No, non dobbiamo’ “.

Queste persone sono molto pericolose. Vogliono convincerci che il governo sia l’unica Read more

La madre di Totò Cuffaro e la capacità di “sentire”

di Alfredo Cosco

mad2

Mi trovo a rileggere una notizia di dicembre 2014, che mi colpì molto.
Totò Cuffaro, detenuto nel carcere dell’Ucciardone, aveva chiesto un permesso per andare a vedere la madre 91 enne gravemente malata di alzheimer.
Il Magistrato di Sorveglianza rigettò il permesso con questa motivazione:
“Il deterioramento congnitivo evidenziato svuota senz’altro di significato il richiesto colloquio poiché sarebbe comunque Read more

I dirigenti italiani? Analfabeti. Terrorizzati dai libri

di Augusto Grandi
girano

Donkey Tutti si lamentano sempre del pessimo livello della nostra classe dirigente. Tutti? Beh, non proprio. Anzi, la maggior parte degli italiani (Franza o Spagna purché se magna) si entusiasma di fronte a qualsiasi manifestazione del potere. Cupio servendi, e si vede in ogni circostanza, in ogni luogo. Che si tratti di potere politico od economico, televisivo o musicale. Il logico ed inevitabile frutto di una colossale ignoranza totalmente italiana. Quanti sono i “non lettori” in Italia? Il 58,6% della popolazione non legge neppure un libro all’anno, a fronte del 37,8% della Spagna e del 30% della Francia. I dati sono quelli ufficiali, dell’Aie. Ma l’ignoranza crassa della nazione si rispecchia in quella della classe dirigente. Tra i dirigenti ed i professionisti il 39,1% non legge neppure un libro. In Francia e Spagna la percentuale scende al 17%. Anche analizzando solo i laureati la situazione non migliora: il 25,1% degli italiani rifiuta la lettura contro il 9% dei francesi e l’8,3% degli spagnoli. Al di la’ di ogni altro discorso sulla taccagneria degli imprenditori che non investono, e’ da questo dato sull’ignoranza che occorre ripartire. Read more

ROMA, GIUBILEO 2015 TUTTI ASSOLTI?

di Luigi Orsino

FAHRENHEIT 912

copertina1L’otto dicembre 2015, con l’apertura della Porta Santa in San Pietro, avrà ufficialmente inizio l’Anno Santo proclamato da Papa Francesco.

ALCUNI CENNI STORICI
Il nome Giubileo deriva dall’ebraico jobel con riferimento al corno di caprone che veniva usato durante le cerimonie sacre. Il Giubileo può essere ordinario, con scadenze periodiche, straordinario se in rapporto con eventi di particolare rilevanza. Esso viene anche definito Anno Santo perché si apre e si chiude con riti sacri di particolare rilevanza per la liturgia cattolica. Le radici dell’evento affondano nella storia dell’ebraismo, infatti era stabilito che ogni 50 anni ci si sarebbe dovuti astenere Read more

Sulla pescaia a Firenze.. e subito cancellato!

Firenze … e ti pareva che non lo cancellassero al volo; ti pare che scrivere qualcosa sull’amatissimo Primo Ministro non fosse troppo indelicato! La pescaia di Firenze si è caratterizzata di una scritta in bianco riferita a Renzi e devo dire che non ci stava male!

Uno dei pochi casi in cui la vernice usata su un muro non mi ha disgustato. La prossima dove la fate? Stile hollywood su Monte Morello?

Foto per i posteri!

renzi mostro

Pescaia di Firenze

Verità e Giustizia. Siamo tutti Di Matteo

 

Verità e Giustizia. Siamo tutti Di Matteo

di Antonella Policastrese

di matteo

Siamo tutti Di Matteo. E’ questo lo slogan che campeggia sulla locandina, per annunciare un’importante manifestazione che si terrà a Roma il 14 novembre prossimo. Organizzata dall’associazione “Agende Rosse” e “Scorta civica” di Palermo, si tenta con questa iniziativa, di squarciare il velo del silenzio, calato sul giudice Nino Di Matteo, condannato a morte dal tribunale della Mafia. Ad emettere la sentenza,    Totò Riina, che come risulta dalle intercettazioni, nell’ora d’aria  conversando con Alberto Lorusso della Sacra Corona Unita, dava disposizioni su come eliminare un personaggio scomodo, del calibro di Di Matteo. E’ da molti anni che il giudice è in prima linea nella lotta alla Mafia, organizzazione Read more

Lasciate lavorare rapinatori e ricettatori

di Augusto Grandi

girano
 Il lavoro nobilita l’uomo. Solo attraverso il lavoro si conquista la dignità. Quante frasi ad

morti-sul-lavoroeffetto sul lavoro. La realtà e’ un po’ diversa. Perché appena un poco di lavoro e’ tornato in Italia, il numero dei morti sul lavoro ha ripreso a crescere. Ed i morti sono aumentati, percentualmente, molto di più di quanto siano aumentati i lavoratori. Grazie, bugiardissimo. Ma le assurdità delle dichiarazioni non si limitano alle menzogne del premier o alle banalità dell’addormentato al piano di sopra. Il concetto di lavoro e’ ormai cambiato, al Nord come al Sud. A Napoli la famiglia di uno dei delinquenti ammazzati dall’imprenditore che cercavano di rapinare, ha spiegato che a sbagliare Read more

L’incredibile non ha fine… e la gente non capisce…

L’incredibile non ha fine… e la gente non capisce…

di Jacopo Cioni

Leggo oggi un articolo su un quotidiano nazionale a titolo: “Roma, l’ultimo regalo di Ignazio Marino dimissionario: soldi ai soci di Buzzi

marinoNell’articolo viene evidenziato come l’ex sindaco Marino come ultimi atti prima delle dimissioni effettive abbia “onorato” le fatture di pagamento 2014 verso società ed enti che sono legate a mafia capitale.

Cito:

“…. Il 24 gennaio 2014 «è stata stipulata la convenzione fra Roma Capitale e la cooperativa sociale Domus Caritatis», prevedendo un pagamento complessivo di 388.976,91 euro (compresa Iva al 4%) per il periodo 1/02/2014-31/12/2014, in cambio della «ospitalità di 40 persone». Undici mesi a quella cifra significano 35.361,53 euro al mese. L’ultima fattura – quella saldata da Marino – ammontava però a 40.918,01 euro, Iva compresa. Quindi circa 5mila euro più della media mensile che sarebbe dovuta risultare. Questo nonostante il servizio ispettivo Read more

Avverranno cambiamenti?……Cosa porteranno?……

Avverranno cambiamenti?…… Cosa porteranno?……

di Mario Falcone

StatoLa Società  è quella cosa che nasce con l’apporto di tutti, quindi anche nostro, per cui un cittadino che voglia intraprendere un Lavoro in proprio come Imprenditore, si sente Impegnato a lavorare per produrre e migliorare anche per la Collettività costruendo Aziende che producono e generano ricchezza, inventando macchine, commercializzando i prodotti, e la stessa società dovrebbe impedire che il malessere di pochi metta a repentaglio ciò che si tende a costruire ed il costruito in anni di Lavoro.

Nella Società attuale abbiamo invece Read more

CAMORRA: Prodotto campano DOC ed eccellenza del Made in Italy

CAMORRA: Prodotto campano DOC ed eccellenza del Made in Italy

di Luigi Orsino
camorra_non_perdona_N
(n.d.r.) Nel Blog non ho mai pubblicato nulla sulle associazioni criminali italiane, non per paura o perchè mancasse materiale da esporre, ma  perchè non ho mai avuto la possibilità di avere informazioni di prima mano, non filtrate da organi di stampa.
Quello che leggerete è l’articolo in esclusiva per  FAHRENHEIT 912  di Luigi Orsino, Imprenditore vittima della Camorra che ha avuto il coraggio di denunciare i suoi aguzzini alle autorità competenti.

Un’analisi approfondita dei fenomeni malavitosi Read more

Un paese sott’acqua, o un paese senz’acqua?

Un paese sott’acqua, o un paese senz’acqua?

di Gianni Traversi

acquedotto bucato

Un paese sott’acqua, o un paese senz’acqua?? Come sempre fin tanto si sentono raccontare le cose ma non si vivono non si riesce a capire cosa significa realmente un fatto. Da sempre si sente dire che l’acqua è un bene prezioso, e infatti come tale viene fatta pagare dalle compagnie che la gestiscono, arrivando anche a 5 e passa euro al metro cubo. Si sente dire che non va sprecata, devi adottare accorgimenti per limitarne la perdita, come quando ti lavi i denti devi chiudere il rubinetto mentre ti passi lo spazzolino. Insomma l’acqua è la vita. Poi senti dire che le tubature degli acquedotti sono praticamente un colabrodo, arrivando a disperdere oltre il 50 % dell acqua che portano alle abitazioni. . Ma fin quando tutto questo resta solo chiacchiere non si riesce a capire . Nel paese dove abito oramai Read more

Terzani, una scelta consapevole.

Terzani, una scelta consapevole.

di Jacopo Cioni

Terzani TizianoTiziano Terzani ha compiuto una scelta drastica rispetto al modo di pensare di tanti. Farà piacere al mio amico Sandro che io riporti questo video dove Terzani evidenzia in maniera precisa come il mondo sia solo MATERIA agli occhi della gente sottolineando che invece non esiste “solo” la materia, ma qualcosa di più. Io mi definisco un materialista, ma impropriamente, nel senso che distinguo, o cerco di farlo, le leggende dalle ipotesi, le teorie dalle prove. Non nego a priori, ma attendo osservando.

Reputo più fortunati coloro che “vedono” oltre ciò che vedo io, ma questo non significa che queste visioni siano la realtà o una un’altra realtà. Attendo.

Posso forse negare l’esistenza della forza di gravità? Secondo la scienza è dovuta alla massa ed è inversamente proporzionale alla distanza e non esiste solo sulla terra, ma ovunque nello spazio, pensate all’effetto fionda sfruttato per ottenere un’accelerazione. La accetto come prova perchè dimostrata. La chiamo cosi perchè questo nome è stato scelto e se vogliamo capirci dobbiamo usare parole che abbiano lo stesso significato per tutti. Posso accettare una teoria, che non è dimostrata, se le basi logiche ne evidenziano la bontà, ma è comunque lecito dubitare. Posso accettare allo stesso modo un’ipotesi se allo stesso modo ci sono delle basi interessanti per discuterne ma ospito gli stessi dubbi che posso avere per una teoria e l’intensità di questi dubbi è proporzionata alla mia capacità di vedere ma anche alla capacità dei formulanti di mostrarmela. Posso dubitare perchè non l’ho io stesso riprodotto il fenomeno? No non posso o nessuno crederebbe a nulla, in qualsiasi discorso, una disconnessione globale di tutte le genti.

Esistono i fantasmi? Chiunque affermi di si perchè li ha visti esprime la propria convinzione ma non è sufficiente a rendere un’ipotesi teoria o anche meglio legge dimostrata. Questo significa che chi studia i fantasmi (non per spettacolo televisivo) è un pazzo? No assolutamente, è un indagatore dell’ignoto, di ciò che ne i nostri sensi ne le nostre macchine riescono ancora a misurare. Uno studioso, il prof. Preparata lo definirebbe uno scienziato, colui che studia ciò che osserva o ciò che non comprende per arrivare a comprenderlo. Attendo.

Divago, perchè il video di terzani non approfondisce tanto che cosa sussiste oltre la materia, ma evidenzia come oggi è tutto considerato materia e come l’uomo ormai valuti la propria vita solo in funzione di quanta di questa materia possiede. L’uomo vive sulla quantità di questa materia, è stato addestrato a viverne dipendente nella costruzione, distribuzione e acquisizione di questa materia dimenticando che la vita non è solo “avere” ma è fatta di tempi e stati d’animo. E’ fatta anche d’altro!

Terzani si addentra in come la società proietta tutto su questa materia, nella scuola, nell’economia, nella politica, in ogni frangente della vita, anche nel riposo stesso. “L’economia dovrebbe essere fondata sull’esigenza dell’uomo”, per la crescita dell’uomo aggiunge e aggiungo io, non solo della crescita spirituale, ma anche di quella materiale, proporzionandola a ciò che realmente occorre perchè le due crescite siano stampella l’una dell’altra.

La ricerca della felicità, meglio interpretata da Terzani come la ricerca della contentezza basata sull’accontentarsi.

Terzani ha fatto vita di questa formula, accontentandosi di ciò che lo circondava e traendo vita da questo. E’ una scelta drastica, che tanti non sfiorano nemmeno con il pensiero, ma non esiste via di mezzo?

L’uomo deve essere un “solitario” inteso come distaccato dalla società per vivere la sua spiritualità? Se questo è necessario, se ci dobbiamo adattare alla Terzani-scelta per ottenere la felicità o la contentezza significa che la società in cui viviamo è sulla strada sbagliata e quindi chi si impegna nel cercare di cambiarla questa società nella realtà insegue la propria spiritualità.

Fino a che la nostra società si esprime secondo i concetti della materia, sarà difficile trovare una via di mezzo e questa estremizzazione verso la materia porta ad una estremizzazione nell’altro senso, dove la spiritualità viene prima di ogni altra cosa e si raggiunge una dualità, un contrasto che all’una e l’altra parte impedisce di valutare se esiste una via di mezzo. Un limite per cui la materia perda di significato e ne acquisti la spiritualità; consci che comunque di materia viviamo, che sia biologica o mezzo meccanico o anche elettronico. Assurdo pensare ad una regressione a priori, assurdo pensare che non si possa vivere di altro se non di materia.

Dov’è questo limite? Sono felice che ci sia chi indaga, chi studia, chi apre nuove frontiere, ma non scordate mai che lo fate per tutti, non per voi stessi, se mirate solo alla vostra crescita non vi staccherete mai davvero dalla materia di cui siete fatti e non raggiungerete mai i livelli diversi che bramate.

Jacopo Cioni

Jacopo

Io sto con Erri

Io sto con Erri

di Antonella Policastrese

CPgRkhrWoAAty9DErri
Scrittori e liberi pensatori addio. “Non sono un martire, non sono vittima, non uno cui è caduta una tegola in testa passeggiando, sono solo testimone di una volontà di censura della parola”. Sono le parole di Erri De Luca, reo di aver espresso la sua opinione sulla Tav, condannato ad otto mesi per istigazione al sabotaggio. Invece di capire le ragioni di una comunità, su cosa stiano procurando quei pochi km di strada ferrata nella Val di Susa, invece di indagare  sul budget impiegato  per un’opera che non vale granché, si passa all’azione per  mettere il bavaglio al libero pensiero.

Come definire quello che sta succedendo Read more

Buttafuoco testimone del tempo, ma divisivo.

Buttafuoco testimone del tempo, ma divisivo

di Augusto Grandi
girano

pietrangelobuttafuoco_212930Una scelta coraggiosa, quella del premio Acqui Storia che quest’anno ha assegnato il riconoscimento di Testimone del Tempo ad un personaggio scomodo come Pietrangelo Buttafuoco. Certo non sono comodi neppure scrittori come Cardini (medievista e direttore del think tank Il Nodo di Gordio) ed Isotta (musicologo odiato dai benpensanti di regime) che hanno vinto la sezione per la storia divulgativa, ma Buttafuoco appare quanto mai “divisivo”, secondo la definizione degli intellettuali politicamente corretti e linguisticamente perniciosi. Infatti, tanto per alzare il livello della polemica, nel giro di un paio di giorni Buttafuoco ha festeggiato il premio aprendo nuovi fronti di scontro. Sulle destre, spiegando che per battere il parolaio bugiardissimo occorrerebbe uno schema ricalcato su quello del primo successo del centrodestra. Read more

Alì e il suo sogno di libertà.

Alì e il suo sogno di libertà

di Antonella Policastrese

teen alì

Alì Al-Nimr è un ragazzo di diciassette anni. Vive in Arabia Saudita e da  tre anni sta in galera.  Sulla sua testa grava l’esecuzione di una condanna a morte all’impiccagione, con l’esposizione del suo corpo fino a putrefazione avvenuta. Alì è uno sciita, reo di  aver palesato le sue idee, diverse da quelle della  monarchia del principe sunnita, che non ammette libertà di pensiero, nè diritto alla parola. Altro che leggi a tutela degli individui, altro che democrazia! In Arabia Saudita l’unica libertà che conta è quella di mercato o quella finanziaria, poiché  il modello esportato che ha fatto presa ovunque è quello degli affari, ma non certo la tutela della vita delle persone… ”Non sono d’accordo con quello che dici, ma sono pronto a dare la vita perchè tu possa dirlo”(Voltaire).

Read more

SOCCORSO VIOLA. Una proposta di “riduzione del danno da TSO”

SOCCORSO VIOLA. Una proposta di “riduzione del danno da TSO”

di Giuseppe Bucalo
soccorso violaDopo la morte di Andrea Soldi si è sviluppata, sul web e non solo, la solita campagna di indignazione ipocrita mirata ad accusare di negligenza e scarsa professionalità i vigili urbani e gli operatori psichiatrici coinvolti e ad assolvere da ogni colpa e responsabilità i familiari e lo stesso comune di Torino che hanno richiesto e disposto più volte lo stesso atto di coercizione di cui Andrea è stato vittima.
La scelta non è casuale ma mira a mantenere in vita un istituto (quello del trattamento sanitario obbligatorio) che serve tanto alla psichiatria come strumento di “minaccia” nei confronti dei tanti utenti “refrattari” ai suoi trattamenti; quanto ai familiari per obbligare i propri congiunti a modificare quei comportamenti che sentono (a torto o a ragione) intollerabili; quanto ai comuni per condurre alla ragione persone che, con i propri comportamenti, turbano il tranquillo ordine sociale.
Andrea Soldi, a leggere i commenti che si sono succeduti, non è morto di Tso ma a causa dell’imperizia dei vigili urbani che sono intervenuti “legittimamente” per costringerlo a recarsi ai servizi psichiatrici per la puntura mensile che rifiutava. Ergo il problema non è il TSO ma l’incompetenza degli operatori di polizia municipale che vanno formati con le più moderne tecniche di immobilizzazione e coercizione in uso.

Read more

Coro alpino Monte Cervino: grazie per il coraggio

Coro alpino Monte Cervino: grazie per il coraggio

di Augusto Grandi

girano

Il coro alpino Monte CervinoCi sono i piagnistei dei preti e ci sono gli uomini. Da un lato i religiosi che, in Italia, vietano la recita della preghiera degli Alpini perché, secondo i preti, e’ un crimine difendere la propria terra, la propria cultura, le proprie tradizioni. Un divieto applaudito da disinformatori professionali e sempre più autoreferenziali. Poi, però, si va tra la gente normale, gente per bene, e si scopre che la propaganda a favore della cancellazione dell’identità non ha sempre successo. Il coro alpino Monte Cervino va a cantare ad Ayas, propone Read more