Iniziativa: Comune di Resana – Sindaco Sovrano

di Alessandro Trinca

locandina

La conquista della Sovranità, per la costruzione di una Società fondata sull’Etica, sulla Giustizia e sul Bene Comune di tutti i cittadini, parte necessariamente dai territori! L’Italia ha 8.100 Comuni, vera ricchezza di un Paese in cui le diversità dovrebbero essere patrimonio: un esercito di Sindaci a difesa della Casa Comune, l’ultimo baluardo delle istituzioni sul territorio, il primo riferimento istituzionale per il Popolo. Diventa così urgente che la figura del Sindaco debba essere intesa come quella di un SINDACO SOVRANO! Un Sindaco, cioè, che difenda la dignità dell’uomo, anche esercitando, ove necessario, un’obiezione di coscienza, così come definita nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, ossia il rifiuto di sottostare a una norma dell’ordinamento giuridico, ritenuta ingiusta, perché in contrasto inconciliabile con un’altra legge fondamentale della vita umana, così come percepita dalla coscienza, che vieta di tenere il comportamento prescritto. Il contenuto dell’obiezione, dunque, si snoda in una duplice direzione: una negativa, di rifiuto di una norma posta dallo Stato, e una positiva, di adesione da parte del soggetto a un valore o a un sistema di valori morali, ideologici o religiosi. Essa si fonda sulla tutela prioritaria della persona rispetto allo Stato e sul rispetto della libertà di coscienza, diritto inalienabile di ogni uomo (art. 2, 19, 21 Cost.; art. 18 Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo).

Alessandro Trica

alex trinca

Iniziativa: Comune di Resana – Sindaco Sovrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.