I SENZA PALLE

di Gabriele Garzoli

senza palleRiconoscere i propri limiti è l’unico modo che hai a disposizione per rimuovere dalla tua mente gli atteggiamenti negativi dettati da una serie di menzogne che ti hanno venduto per buone. Condividendole sei diventato “ Servo del potere “. Amico mio finchè coltiverai questo processo che conduce inevitabilmente all’indifferenza e all’ignavia, non promuoverai di sicuro il cambiamento. Così facendo hai costruito l’esercito dei “ SENZA PALLE “ Bene, sappi che sei in buona compagnia, diciamo del 97% della popolazione. Maggioranza assoluta. Già, ma non ti riconosci tale perché ti lamenti e critichi l’operato di altri senza palle!!! Il compromesso è l’essenza dell’evirato mentale e del senza anima! Fanno male queste parole, lo so, ma cosa ti aspettavi la solita giustificazione alle scuse che ogni giorno porti a spasso con il tuo cane? A questo proposito riconosci al tuo cane quello che l’uomo ha perso per strada. I valori come: fedeltà, coerenza, amore, dedizione, generosità, conclusione il tuo animale è meglio dell’uomo. Questa realtà scomoda denuncia la tua coglionaggine e quella della maggioranza blaterante del 97%. Sei un senza palle, ma ti fa comodo e pertanto continui a scrivere le tue stronzate su internet autopromuovendoti portatore di verità. Già attribuisci meriti e demeriti a soggetti che ti hanno sempre utilizzato per farsi i cazzacci loro e che ti vendevano la salvaguardia della tua comodità. Come a scuola i cattivi da una parte e i buoni dall’altra. Questa realtà dicotomizzata è l’espressione della massima deficienza umana. Con te non spartirò due minuti della mia vita, starò con la controparte perché si equivale. Ma allora che significato ha la politica?
Quello di confrontarsi serenamente senza pretendere di essere dalla parte giusta. Non esiste un vangelo che predichi la buona novella attraverso l’emarginazione. Tu fai la differenza nel momento in cui prendi coscienza! Andiamo alla ricerca di un salvatore che poi metteremo sulla croce. Un uomo che abbia le capacità di cambiare ciò che non ti piace. Sei solo un senza palle che deleghi la gestione della tua vita, l’unico bene reale che possiedi e lo dai in consegna, così come il tuo denaro a terzi.
Quando ti alzi al mattino guardati allo specchio e per la prima volta nella vita ripeti: sono un senza palle! Finalmente ho trovato il mio partito d’appartenenza. Hai paura della tua ombra.Ddevi fare gruppo per sentirti meno solo. Devi condividere le stronzate che ti vendono per buone. Io uso l’umorismo per metterti la tartaruga nell’orecchio e non la pulce. Mi dirai che sono di parte, sicuramente, come dici tu, dalla parte giusta! Non è il mio caso in quanto ho la pretesa e la presunzione di mettere in discussione la verità di ieri e ravvedermi qualora uno dei cosiddetti portatori contravviene la propria coerenza. Difendere la propria posizione fa parte della presa di coscienza che denuncia la propria debolezza. Che devi fare? Per ora ripeti con me : Sono un senza palle!, ma farò in modo che mi crescano. Mi voterò perché non intendo delegare a nessuno questa mia volontà di cambiamento!

palleCaro amico se intendi cambiare questa società dedica un quarto d’ora della tua vita a spedire questo messaggio ai tuoi amici e conoscenti, invitandoli a fare altrettanto. Sarà il primo passo per un cambiamento reale. Se ti riconosci come un “ SENZA PALLE” .Ti attiverai per rimuovere questa posizione di comodo che ti impedisce di metterti in discussione e di crescere. Vuoi ancora giustificarti fallo pure ma ti prego cancellami come amico, io non sopporto i “ SENZA PALLE”

.

.

Gabriele Garzoli

Gabriele Garzoli

I Senza Palle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.