Le palle contro le balle che ci raccontano sulla geoingegneria

Le palle contro le balle che ci raccontano sulla geoingegneria

di Sergio Tracchi

dwp-dropping-balls
Non è cosa nuova che nel mondo il problema siccità stia diventando veramente grave a livello planetario nella quasi totale indifferenza dei media.

In questi giorni abbiamo assistito, tramite i telegiornali e internet l’operazione “salva acqua” adottata in California, dove l’emergenza idrica sta diventando un grosso problema. Una delle cause la si può attribuire alla geoingegneria che va a modificare l’intero scenario climatico dandoci come risultato quello a cui stiamo assistendo.
Palline di plastica stanno “aiutando” per la cronaca la battaglia alla siccità in California. 96-milioni di palle usate per coprire il serbatoio di Los Angeles, bloccando la luce del sole per evitare l’evaporazione dell’acqua. Tutto questo progettato per risparmiare 300 milioni di litri d’acqua ogni anno.

ivanhoe-resorvoir-7[3]

Ed ecco qua, dunque, che interviene l’uomo per cercare di rimediare al problema a cui lui stesso a contribuito in buona parte, milioni di palline di plastica sono state versate nelle riserve idriche, per impedire l’eccessiva evaporazione dell’acqua sembra uno di quei film catastrofici di Holliwood.
La California è a secco e le conseguenze incominciano a manifestarsi anche a livello energetico, e qui vi rimando al mio precedente articolo, “il grande caldo” che trovate in questo LINK .

Ma siamo sicuri che questo “stratagemma” funzionerà?
Ci hanno detto che queste “palline” sono sicure e non rilasceranno nessuna sostanza chimica nell’acqua e quindi si può stare tranquilli..
Se fossi un cittadino della California sarei veramente preoccupato…

ivanhoe-resorvoir-93

Sicuramente stanno cercando di normalizzare il tutto. Vedrete che a giorni ci diranno che dovranno usare gli aerei o droni per coprire i cieli per impedire che i raggi solari arrivino sul nostro pianeta per evitare una catastrofe idrica. Il risultato, la gente ci crederà perchè l’ha detto la TV, cose già viste in passato e che hanno sempre funzionato.

Nella storia conosciuta della nostra storia, il pianeta non ha mai avuto bisogno di noi per “salvarsi”. Anzi io credo che ben presto cercherà di salvarsi da noi. Ci crediamo onnipotenti, vogliamo dominare tutto perfino il clima. Basta guardare cosa sta capitando intorno a noi anche in Italia. Il clima da noi ormai è talmente cambiato che vedere un tornado, prima evento rarissimo, è diventato normale. Venezia colpita da un tornado, Firenze da una tempesta tropicale, nubifragi in Calabria…ormai il clima ci è diventato ostile. Colpa della natura? colpa dell’ uomo?
Credo entrambe le cose ma l’uomo colpevole almeno del 70% se non di più.
Gli errori del passato con eccessivo sfruttamento delle risorse. Inquinamento eccessivo che sta continuando in favore del benessere materiale stanno avendo conseguenze pesantissime sulla nostra salute in primis.
La geoingegneria sta provocando enormi problemi in tutto il pianeta è un dato di fatto.
Cosa ci aspetta per il futuro?
Il presente è già compromesso, immaginatevi il futuro.

Sergio Tracchi
Sergio Tracchi

 

Le palle contro le balle che ci raccontano sulla geoingegneria ultima modifica: 2015-08-21T09:00:13+00:00 da Sergio Tracchi

2 comments

  1. aurora scrive:

    Molti anni orsono mi permisi di esprimere una opinione proprio in merito ai problemi della natura contaminata dall uomo. Dissi che l uomo ha il grande potere di decidere per tutto e tutti ed ha la grande risorsa di decidere se ciò che decide va bene. Ed aggiunsi che molte cose inventate, facevano parte di ciò che porta l uomo e la natura ad autodistruggersi. Aggiunsi che il progresso si intende tale quando dona benessere e nn malessere all uomo. Mi fu risposto seccamente che il progresso nn si deve fermare anche se va contro la natura Dell essere umano. Era un prof universitario di gran fama.

    • cataldo miscioscia scrive:

      Quel professore di chiara fama ha confuso il progresso tecnologico, che dovrebbe alleviare la fatica di tutti gli uomini favorendo una migliore distribuzione delle risorse fra tutti, con il reale processo di civilizzazione, che non ammette violenza ne` sugli uomini ne` sulle cose e nemmeno stravolgimenti dell`ambiente.Violenze e stravolgimenti forzosi sono il frutto di menti malate di uomini, cui fu usata violenza ed incussa quella stessa paura che si cerca di perpetuare in tutto il genere umano. Basta chiedersi semplicemente: in ultima analisi chi trae vantaggi subito?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook