PRESI IN GIRO

di Pietro Dragone

monetaA volte non ce ne siamo resi conto. Eppure le nostre menti sono state manipolate in maniera inconsapevole nel posto in cui dovevano formare la nostra vita: la SCUOLA. E’ lì che é iniziato tutto, dalle medie fino alle superiori fino ad arrivare nelle Università frequentate da quei figli di gente abbiente, che pagano rette da capogiro per permettere ai loro figli di essere manipolati e imparare un mucchio di falsità per poter essere complici di una classe dirigente e politica assassina. Uno dei posti dove avviene il cosiddetto lavaggio del cervello è sicuramente la facoltà di Economia, perché é l’ economia quella che conta il potere dei soldi, chi ha il denaro ovvero chi lo controlla é colui che controlla tutto.

” Datemi la possibilità di emettere e gestire la moneta di uno Stato e io me ne infischio di chi fa le leggi”
(Mayer Amschel Rothschild, banchiere tedesco del Settecento)

Il potere della moneta é il potere più pericoloso ma allo stesso tempo più redditizio. oggi continuano a farci credere che nella moneta ci sia l’oro come dicono ancora parecchi ingenui che non sanno che il sistema di conversione in oro (il famoso gold standard) é stato abolito da ben 42 anni nel 1971 dalla Dichiarazione Unilaterale dell’ allora Presidente USA Richard Nixon, per arginare il pericolo che in tempi di crisi tutti i cittadini potessero andare in banca per convertire i loro risparmi in oro. Provate ad andare in banca e vedete se non chiamano un’ ambulanza per dirvi che siete pazzi. Ma sui testi queste notizie sono ancora riportate, perché? Semplice perché fino al 1970 nelle Università si insegnava il pensiero Keynesiano, ideologia poi accantonata per dar spazio all’ ideologia liberista di Milton Freidman, basata su un libero mercato, libera circolazione dei capitali e che poneva come obiettivo per le Banche Centrali quello di controllare l’ inflazione e il potere d’ acquisto di quella moneta e non finanziare lo sviluppo degli Stati. Il giornalista francese Ignacio Ramonet disse che nonostante le critiche al sistema liberista, tutte le università e gli atenei occidentali avessero un punto in comune, un PENSIERO UNICO che ha influenzato le Università, gli studenti di Economia, che faranno i Professori ed insegneranno ad altri studenti, Il circolo vizioso così sarà alimentato, perché non importa quello che devi sapere, ma quello che ti conviene che ti facciano sapere. Un acceso oppositore del PENSIERO UNICO (che é quello che si studia nelle Università e che ha dettato le maggiori linee politiche occidentali ed europee) é stato il compianto Professor Nando Ioppolo, che in un’ intervista affermò:

” Il Pensiero Unico é basato su dogmi guidati dal principio “SIMUL STADUM, SIMUL CADENT”, ossia o stanno tutte in piedi o cadono tutte e l’una esclude l’altra”,
(Nando Ioppolo, Genocidio Attraverso l’ Economia)

Quindi ci chiediamo cosa insegneranno mai di così terrificante alle Università? Semplice, cosa fare per avvantaggiare ed arricchire le elite finanziarie e non portare scelte economiche per l’ interesse Pubblico. Perché l’ Economia non é una scienza esatta, é solo un insieme di scelte prese nell’ interesse della maggior parte della popolazione. La prova é stata data da una Dichiarazione del Presidente USA, Franklin Delano Roosevelt:

” Sono giunto a conclusione che tutto ciò che mi é stato insegnato all’ Unversità di economia, dagli esperti di Economia, si è rivelato totalmente falso “.

Niente male per uno che é diventato Presidente degli Stati Uniti e si é trovato ad affrontare la Grande Depressione del 1929. Totalmente falso significa privo di fondamenta, in pratica tutto sbagliato. Ma dopo tutto anche Giacinto Auriti lo diceva che lo studente non é tenuto a credere ciò che il Professore gli insegna, ma é ricattato da un vincolo: il voto scolastico.
Studenti , cercate la verità da soli, informatevi alternativamente e non fatevi plagiare dal sistema che vuole solo corrompere le vostre menti per un posto di carriera. La verità vi renderà liberi, date gli esami e una volta preso il pezzo di carta con le loro bugie, divulgate le vostre verità.

studiare“Ho fatto in modo che la scuola non interferisse con la mia istruzione”
(Mark Twain)

Studiare é importante, ma informatevi e studiate per ampliare le conoscenze non lasciatevi ricattare dall’ignobile voto scolastico. Non mollate studiate il sistema Keynesiano e informatevi su Nando Ioppolo, uno che ha speso la sua vita per sbugiardare certi cialtroni.

Pietro Dragone

Pietro Dragone

PRESI IN GIRO
Tag:                                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.