Gruppo dei 30

people & groups: bad list

gruppo 30

 Gruppo dei Trenta (G30)  Organizzazione internazionale senza scopi di lucro composta da finanzieri e accademici, creata alla fine degli anni ’70 da G. Bellm, su iniziativa di J.D. Rockefeller della Rockefeller Foundation, con l’obiettivo di analizzare le questioni economiche e finanziarie e di esaminare quegli aspetti collegati in particolare allo scambio di valute, ai mercati di capitali e alle banche centrali. Il G30, che organizza convegni, seminari, gruppi di studio, include come membri i vertici delle banche private e centrali. Vi partecipano o vi hanno partecipato personaggi di rilievo anche della finanza italiana, tra cui M. Draghi e T. Padoa Schioppa. Ha sede a Washington e si riunisce annualmente in forma plenaria.

In questo gruppo, presieduto dal predecessore di Draghi alla Bce, Jean-Claude Trichet, troviamo grandi banchieri come Jacob A. Frenkel della JP Morgan e E. Gerald Corrigan della Goldman Sachs, ex presidenti della Federal reserve americana come Paul A. Volcker ed economisti di fama internazionale come il premio nobel Paul Krugman. In parole povere il lavoro quotidiano del G30 sembra essere quello di studiare come mantenere sani i mercati finanziari mondiali alla luce delle novità normative e dell’attualità economico finanziaria.

Lo scorso giugno la Ceo, associazione non governativa che monitora la quotidiana attività di lobby dei grandi gruppi di potere sul processo legislativo dell’Ue, ha presentato una denuncia al Mediatore europeo in quanto vedeva nell’appartenenza di Draghi al G30 un chiaro conflitto d’interessi. Un rischio che, secondo la Ceo, rischia di diventare da allarme rosso visti i maggiori poteri che l’Eurotower sta acquisendo in tema di sorveglianza bancaria e di acquisto di bond nazionali sul mercato secondario.

Tuttavia, dopo aver esaminato la situazione, il Mediatore europeo, Nikiforos Diamandouros, ha respinto questo ricorso dal momento che, a suo avviso, il G30 “non può essere assimilato a una normale lobby di interessi finanziari privati, perché i suoi scopi, le fonti di finanziamento e i membri sono troppo diversi fra loro”. Di conseguenza, “l’appartenenza di Draghi” al gruppo “è compatibile con il suo ruolo”. Draghi viene infatti solo invitato a pubblicare sul sito della Bce la sua partecipazione al gruppo dei trenta “in nome della trasparenza”.

Il Gruppo dei Trenta è stato fondato nel 1978 da Geoffrey Campana su iniziativa della Fondazione Rockefeller, che ha anche fornito il capitale iniziale. Il suo primo presidente fu Johannes Witteveen, l’ex direttore generale del Fondo monetario internazionale (FMI). Il suo attuale presidente è Jean-Claude Trichet, ex presidente della Banca Centrale europea, da poco succeduto (22 Novembre 2011) al sopracitato Jacob Frenkel.

La sede del G30 è a Washington DC, negli States. Ogni anno si tengono due riunioni plenarie, oltre a numerosi convegni, seminari e gruppi studio. Monitorano quotidianamente l’andamento dell’economia globale, veicolandola a proprio uso e consumo, nel tranquillo anonimato e nella cortina di disinformazione che li cela agli occhi e alle orecchie della maggior parte, troppo distratte e indaffarate dalla schiavismo giornaliero.

L’organigramma del Gruppo dei Trenta è molto semplice, e si divide in:

Membri attuali; Membri Senior; Membri onorari; Membri del passato;

I membri attuali sono 31, provenienti da ogni parte del globo, sono tutte personalità di spicco, i soliti nomi che compaiono in ogni organizzazione elitaria mondiali sta. Ecco la lista:

Jean-Claude Trichet, presidente del G30, ex presidente della BCE e governatore onorario della Banca di Francia.

Paul A. Volcker, presidente onorario del G30, ex presidente della Federal Reserve , presidente onorario della Commissione Trilaterale, si è diviso per lungo tempo tra il Dipartimento del tesoro degli States e la Chase Manhattan Bank.

Jacob A. Frenkel, presidente del Consiglio di amministrazione del G30, presidente di JPMorgan Chase International, membro del Comitato esecutivo della JP Morgan Chase & Co. e dello JP Morgan International Council.

Geoffrey L. Bell, segretario esecutivo del G30, presidente della GeoffreyBell&Co. (società che si propone come consulente per grandi aziende e banche in tutto il mondo, fornendo consulenza sulle transazioni del mercato dei capitali nonché le attività di analisi del rischio economico e finanziario), ex consulente della Banca del Venezuela, ex consulente finanziaro del governo delle Barbados e della Giamaica, ex presidente della Guinness Mahon Holdings, una delle banche più antiche di Londra.

Abdlatif Al-Hamad, presidente del Fondo Arabo per lo Sviluppo Economico, ex Ministro delle Finanze e della Pianificazione del Kuwait.

Leszek Balcerowicz, professore della Scuola di economia di Varsavia, presidente del Consiglio della Bruegel (acronimo che sta per ”Brussels european and global economic laboratory’, ovvero un think tank elitario), ex presidente Banca di Polonia.

Mark J. Carney, governatore e presidente della Banca del Canada, membro del Consiglio di Amministrazione della Banca dei Regolamenti Internazionali (BIS).

Jaime Caruana, direttore Generale della Banca dei Regolamenti Internazionali (BIS), ex governatore della Banca di Spagna.

Domingo Cavallo, presidente e amministratore delegato della DFC Associates e di LLC, ex Ministro dell’Economia argentina. Ha lavorato a lungo nell’amministrazione pubblica ed è noto per il piano di convertibilità che ha stabilito il rapporto di parità tra il dollaro americano e il peso argentino tra il 1991 e 2001, che ha trascinato l’Argentina nell’insolvenza, portando il paese in una crisi economica senza precedenti.

E. Gerald Corrigan, amministratore delegato di Goldman Sachs Group, ex presidente, Federal Reserve Bank di New York.

Guillermo de la Dehesa Romero, direttore del gruppo Santander, ex vice direttore della Banca di Spagna.

Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea, ex Governatore della Banca d’Italia, e presidente del Financial Stability Board.

William C. Dudley, presidente della Federal Reserve Bank di New York, ex partner e Amministratore Delegato di Goldman Sachs.

Martin Feldstein, Professore di Economia all’Università di Harvard, e Presidente Emerito del National Bureau of Economic Research.

Roger W. Ferguson, Jr., presidente e CEO di  TIAA-CREF, ex presidente dell’America svizzera Re Holding Corporation.

Stanley Fischer, governatore della Banca d’Israele, ex Amministratore Delegato First, ex amministratore del Fondo Monetario Internazionale.

Arminio Fraga Neto, socio Fondatore di Gavea Investimentos, ex governatore della Banca centrale del Brasile.

Gerd Häusler, CEO Bayerisch Landesbank, ex amministratore delegato e membro del consiglio consultivo di Lazard and Company.

Philipp Hildebrand, Presidente del consiglio di amministrazione della Banca nazionale svizzera, ex partner di Moore Capital Management.

Mervyn King, Governatore della Banca d’Inghilterra, ex professore della London School of Economics, socio della British Academy.

Paul Krugman, Professore di Economia all’Università di Princeton, ex membro del Council of Economic Advisors.

Guillermo Ortiz Martinez, ex Governatore della Banca del Messico, Presidente del Consiglio della Banca dei Regolamenti Internazionali.

Kenneth Rogoff, Professore di Public Policy and Economics ad Harvard, ex capo economista del Fondo Monetario Internazionale.

Tharman Shanmugaratnam, ministro delle finanze di Singapore, ex Amministratore Delegato della Monetary Authority di Singapore.

Masaaki Shirakawa, governatore della Banca del Giappone, ex professore della Kyoto University School of Government.

Lawrence Summers, ex Direttore del Consiglio Economico Nazionale, ex presidente dell’Università di Harvard, ex segretario al Tesoro Usa

Lord Adair Turner, presidente della Financial Services Authority, membro della Camera dei Lord del Regno Unito.

David Walker, Senior Advisor di Morgan Stanley International, ex presidente del consiglio Securities and Investments.

Yutaka Yamaguchi, ex Vice Governatore della Banca del Giappone, ex presidente Euro Valuta Commissione Permanente.

Ernesto Zedillo, direttore del Centro di Yale per lo studio della globalizzazione, ex Presidente del Messico.

Zhou Xiaochuan, governatore Banca Popolare Cinese, ex presidente Banca cinese costruzione, ex Asst. Ministro del commercio.

Poi abbiamo i membri senior:

William R. Rhodes, presidente e CEO della William R. Rhodes Global Advisors, e Senior Advisor, Citigroup, membro del CFR,

Marina v N. Whitman, professore all’Università del Michigan ed ex membro del Council of Economic Advisors.

E, infine, ma non come importanza, i membri onorari:

Richard A. Debs, ex presidente della Morgan Stanley International, ex COO dela Federal Reserve Bank di New York.

Jacques de Larosière, presidente di Eurofi, consigliere di BNP Paribas ed ex direttore del FMI.

Gerhard Feld, ex direttore de Institut der Deutschen Wirtschaft, membro del Comitato delle Nazioni Unite del programma sviluppo.

Toyoo Gyohten, presidente dell’Istituto Internazionale per gli affari monetari ed ex presidente della Banca di Tokyo.

John Heimann, senior Advisor per la stabilità finanziaria dell’Istituto Comptroller of the Currency.

Erik Hoffmeyer, presidente Politiken-Fonden ed ex presidente del consiglio della Banca nazionale di Danimarca.

Peter Kenen, professore di Economia all’Università di Princeton ed ex socio senior del Council on Foreign Relations (CFR).

William McDonough, ex Vice Presidente di Bank of America, ex presidente della Federal Reserve Bank di New York;

Shijuro Ogata, vice Presidente della Commissione Trilaterale, ex Vice Governatore Banca del Giappone.

Silvia Ostry, socio ricercatore del Center for International Studies ed ex ambasciatore per i negoziati commerciali del Canada

Ernest Stern, senior Advisor del Gruppo Rohatyn ed ex Amministratore Delegato della Banca Mondiale.

Anche tra gli ex membri risultano figure preminenti dell’ambito economico-finanziario internazionale, sul sito possiamo consultare la lista. Tra essi figura Tommaso Padoa Schioppa, deceduto poco più di un anno fa, ma come ricordiamo ha fatto parte delle più alte istituzioni finanziarie italiane, europee e mondiali. E’stato vice presidente della Banca d’Italia, Ministro dell’economia della finanza nel governo Prodi II, membro della Commissione europea e della BCE. Convinto europeista, ha fatto parte del Comitato Delors che ha disegnato la strada per la creazione della moneta unica. Inoltre è stato un dirigente del FMI e consigliere economici del governo greco di Papandreou, di cui conosciamo bene la tragica fine.

membri-gruppo-trenta-

Gil attuali membri del Gruppo dei Trenta sono:

  • Paul A. Volcker
  • Jacob A. Frenkel
  • Jean-Claude Trichet
  • Geoffrey L. Bell
  • Leszek Balcerowicz
  • Mark Carney
  • Jaime Caruana
  • Domingo Cavallo
  • E. Gerald Corrigan
  • Guillermo de la Dehesa Romero
  • Mario Draghi
  • William C. Dudley
  • Roger W. Ferguson, Jr.
  • Arminio Fraga Neto
  • Timothy Geithner
  • Gerd Häusler
  • Philipp Hildebrand
  • Gail Kelly
  • Mervyn King
  • Paul Krugman
  • Haruhiko Kuroda
  • Guillermo Ortiz Martínez
  • Raghuram G. Rajan
  • Kenneth Rogoff
  • Tharman Shanmugaratnam
  • Masaaki Shirakawa
  • Lawrence Summers
  • Lord Adair Turner
  • Axel Weber
  • Ernesto Zedillo
  • Zhou Xiaochuan

Membri senior

  • Martin Feldstein
  • David Walker
  • Yutaka Yamaguchi
Gruppo dei 30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.