IL MIO PENSIERO POST-PERQUISIZIONE

Domenico Loche Paba

LINK precedente articolo sulla perquisizione

11054351_552131981595059_5170167209842032198_nFin da quando ho iniziato a simpatizzare per il Movimento di Liberazione Nazionale Sardo, avevo messo in conto che lo stesso, i suoi diretti componenti e i simpatizzanti, non sarebbero stati visti di buon occhio dalle istituzioni italiane presenti nella nostra isola, né immuni da aventuali “ritorsioni” pseudolegali.

Forte di questo convincimento, mi sono interrogato molte volte in questi 3 anni, sull’atteggiamento e reazione che avrei dovuto adottare qualora fosse toccato a me essere sottoposto all’attenzione degli organi inquirenti italiani.
La risposta, mi è pervenuta il giorno 13 di questo mese, quando, come è ormai noto a tutti, ho ricevuto alle 7 del mattino, la visita della DIGOS di Sassari e Agenti del Commissariato di Tempio, venuti per il ritiro cautelare delle armi legalmente da me detenute e per operare una perquisizione, disposta da un Sostituto della procura della repubblica di Cagliari.
Per concretizzare dette operazioni, occorreva un buon capo di imputazione: ”reato di associazione militare con scopi politici p. e p. dall’art. 1 del D.to Leg.vo 14 Febbraio 1948, n° 43”; reato commesso a Cagliari ed altri luoghi.
Ora, desidero fare alcune importanti considerazioni, scevre da qualsivoglia arroganza e provocazione anzi, nel pieno rispetto di quanti a qualunque titolo sono parte in causa:
1°*****-Se è vero, come pare sia, dalle intercettazioni si sarebbe dovuto capire benissimo che, il sottoscritto, Pier Paolo Orrù, Erminio Pani nonché Paolo Maleddu, (tutti perquisiti,) non abbiamo mai e poi mai parlato di politica eversiva nemmeno in astratto; seguendo rigorosamente le linee guida del Diritto internazionale;
2°*****-L’associazione militare, presupporrebbe secondo me, un minimo di accertamento dell’esistenza reale di un gruppo di persone organizzate militarmente, armate, e anche questo attraverso le intercettazioni, poteva essere sicuramente appurabile , e infatti noi, non abbiamo MAI parlato di organismi paramilitari; abbiamo sicuramente parlato di “Polizia Sarda” , parlandone nei termini in cui se ne può liberamente parlare, cioè secondo quanto è sancito nel Diritto Internazionale nella parte appunto riguardante l’autodeterminazione dei popoli. Del resto parlare oggi di quell’organismo è quanto mai anacronistico e sinceramente risibile in considerazione soprattutto del fatto che per far ciò occorrono ingenti risorse finanziarie che il nuovo corso del Movimento a tutt’ oggi non dispone.
3°*****-Le perquisizioni, apprendo anche, che sono state operate nei confronti di altre persone, EX COMPONENTI del Governo Sardo Provvisorio del Movimento di Liberazione Nazionale Sardo quali: Sergio Pes, Luigi Zucca e qualcun altro che non ho mai conosciuto.
Su questo punto avrei molto da esaminare ma mi limiterò all’essenziale. Sempre dalle intercettazioni si sarebbe dovuto capire ampiamente che chi parla del Movimento di Liberazione come di una organizzazione militare, sono proprio questi ultimi e lo fanno caparbiamente, sapendo di non interpretare correttamente il dettato di quel diritto internazionale.
Sono state ampiamente documentate, affermazioni di questo tipo che hanno determinato insieme ad altre, l’ESAUTORAZIONE del Pes. Sottolineo, le intercettazioni devono necessariamente aver ampiamente “registrato” questo aspetto!
CONCLUSIONI:
Per le conclusioni, non ho delle risposte certe, ho invece delle domande certe che pongo alle persone o attori a vario titolo coinvolte in questa operazione, ovvero:
*****-Perché pur sapendo che il Movimento oggi è concretamente nelle mani di altri soggetti diversi da Sergio Pes, sia gli organi di polizia e stampa continuano a chiamarlo “il presidente” quando questo è letteralmente falso?
*****-Perché pur sapendo che chi parla di organizzazione militare, sono soggetti diversi da Orrù, Pani, Maleddu e Paba, questi sono stati coinvolti doppiamente immeritatamente in tale operazione di polizia?
*****-E’ possibile che questa operazione sia stata voluta dai soliti “occulti” per fermare il nuovo corso del Movimento in favore di quel Pes? E se è così, mi chiedo e chiedo, QUALI GARANZIE OFFRE QUEST’ULTIMO AL POPOLO SARDO?
E QUALI INVECE AGLI ORGANI INVESTIGATIVI ?
Analizzando serenamente e correttamente quanto precede, si ha l’impresssione di un qualcosa frammista a diverse situazioni di varia natura, generate confusamente con un unico scopo non del tutto chiaro.
Domenico Loche Paba
SIMPATIZZANTE de su Movimentu de Liberatzioni Natzionali Sardu

Domenico Loche Paba

domenico loche paba

IL MIO PENSIERO POST-PERQUISIZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.