UN CALCIO ALLA CRISI

di Pietro Dragone

mmtSembrerebbe un sogno. Eppure non é cosi. In Italia come nel resto d’ Europa la BCE ha imposto politiche di rigore e di austerità che non hanno portato a nessun tipo di crescita ma, al contrario, hanno ridotto le famiglie alla fame e le PMI (Piccole Medie Imprese) a chiudere con una facilità impressionante. La disoccupazione é ai massimi storici, soprattutto quella giovanile, dovr per un giovane, l’ occupazione resta un miraggio. Si può risolvere tutto questo? Si. solo questione di volontà.

mosler mmtGirando su Internet, mi sono imbattuto nella Mosler Economicsbarnard mmt MMT, una nuova teoria monetaria che affonda le sue radici nel Keynesismo e formata da un’ equipe di economisti di scuola Keynesiana che vedono in Warren Mosler il suo capo carismatico e ideatore e Paolo Barnard, importante giornalista freelancer ed autore di molte inchieste dalla politica alla truffa dell’ Eurozona, il divulgatore.

L’ obiettivo principale della Mosler Economics é quello di far riacquistare la Sovranità parlamentare e Monetaria di uno Stato e rilanciarne lo sviluppo attraverso la Piena Occupazione. Come può avvenire questo? Semplice. Attraverso i PLG ( Programmi di Lavoro Garantito). Essi sono diversi dal Reddito di CIttadinanza proposto dal Movimento 6 Stelle durante la campagna elettorale che garantiva un reddito minimo a chi non ha lavoro. Esso può portare ad inflazione perché dal momento che il cittadino si troverà di fronte al reddito ma ci sarà un calo di produzione e quindi un inceppo dell’ economia reale. La strutturazione del PLG é diversa. Una volta perso il lavoro, l’ operaio verrà assorbito in questo piano e assunto per un periodo temporaneo che non faccia concorrenza al settore privato (settore servizi, lavori per la comunità,ecc) e gli verrà corrisposto uno stipendio minimo garantito per vivere dignitosamente, sotto il quale il settore privato non potrà mai scendere ma che in tempi di economia florida lo incoraggerà ad assumere personale prendendoli dai PLG che nel frattempo avranno assunto nuove competenze. Il primo vantaggio é sicuramente che l’ operaio non solo continuerà a lavorare ma non perderà mai le competenze lavorative che ha acquisito ma esse saranno sfruttato nell’ Interesse comune. Non ci dimentichiamo che il Presidente Roosevelt utilizzò i disoccupati nel 1933 per costruire dighe e ponti. Nasce così la figura dello Stato come “datore di lavoro di ultima istanza” cioé che lo stato inserisce lui stesso i lavoratori nei piani ideato dallo stesso Keynes che consiste nel rilancio dell’ Occupazione da parte dello stato attraverso costruzioni, servizi per la collettività e tanto altro. Altri sostenitori della teoria Keynesiana vedono l’ esercito e le forze di polizia come datori di lavoro di ultima istanza. Solo uno può incoraggiare l’ occupazione. Lo Stato.

“IL settore privato (imprese e banche) è impossibile che trovi le risorse per l’occupazione e gli investimenti. «Inutile sbraitare con loro: il settore privato è pro-ciclico», cioè segue l’andamento del ciclo economico. «Se questo va bene, allora i datori di lavoro assumono e non licenziano, e le banche prestano alle aziende. Ma se il ciclo economico va male, allora licenziano, cassintegrano, e le banche non prestano alle aziende, o prestano a tassi impossibili».
(Paolo Barnard)

Dunque lo Stato, una volta assunti i lavoratori nei PLG, gli da un reddito minimo sotto il quale il settore privato non potrà mai scendere che essi spenderanno per alimentare il ciclo dell’ economia facendo crescere i fatturati delle aziende che, grazie anche ad un intervento in materia fiscale, assumeranno prendendoli proprio dai PLG e il ciclo dell’ economia non subirà intoppi e in più ridurra anche i costi delle CIG, e sussidi di disoccupazione che sono spese che tamponano ma non incoraggiano il circuito dell’ economia.
Per realizzare un PLG occorre che lo Stato revisioni i Trattati Europei o esca e si riappropri della propria Sovranità Monetaria, tagliando sulla spesa improduttiva e riducendo i costi superflui.
Questa non é fantascienza, é Mosler Economics, una teoria monetaria che si rifà per alcuni concetti alle idee di Keynes e a 100 anni di pensiero economico. INFORMATEVI sulla MMT e seguite Paolo Barnard. Ne va dei nostri diritti al lavoro sanciti dalla Costituzione e dallo Statuto dei Lavoratori.
Pietro Dragone

Pietro Dragone

UN CALCIO ALLA CRISI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.